In forma andando al lavoro: arriva l’autobus palestra

Nasce l'autobus palestra per ottimizzare al meglio il tragitto casa lavoro. La 1Rebel sta progettando la Ride2Rebel. E a New York è già realtà

L’autobus palestra potrebbe essere la soluzione a tutti i problemi di chi non ha mai tempo, o deve sacrificare parte di quello dedicato all’attività fisica, in favore di altro. Quante volte abbiamo detto ‘no, oggi in palestra non vado, non ho tempo’? tante, forse troppe! Ma non temete gli anglosassoni sono sempre un passo avanti a noi: a Londra si sta pensando come ottimizzare il tragitto casa lavoro e vicevera. James Balfour e Giles Dean, co-fondatori dell’azienza 1Rebel, stanno sviluppando Ride2Rebel, cioè l’autobus palestra.

L’idea è smart tanto che, nonostante non sia ancora stata presentata ufficialmente, gode già del consenso dei cittadini della metropoli londinese, la città che avrà l’onore di assistere alla nascita di queste ‘palestre su ruote‘. La Ride2Rebel non sarà altro che un autobus il cui interno classico è stato sostituito da cyclette per lo spinning, strumenti utili per esercizi addominali e allenamenti ad alta intensità, insomma tutto il necessario per ottimizzare i tempi di spostamento!

Ma se sulla carta l’idea è intrigante e geniale, all’atto pratico si scorge subito la falla sulla sicurezza dei passeggeri: le manovre su strada e le frenate improvvise potrebbero causare infortuni a chi è impegnato nell’attività fisica. Per questo motivo Balfour e Dean stanno prendendo contatti non solo con le aziende produttrici di autobus e con lo studio di architettura WMOR,ma hanno anche intenzione di investire in cinture di sicurezza specifiche che possano garantire la stabilità di chi usufruisce dell’autobus.

Ma quando dovrebbe concretizzarsi questo progetto? Balfour afferma che la volontà è di vederlo su strada per l’autunno; sicuramente più certezze si hanno sul tragitto e sul costo di questo servizio: l’autobus palestra toccherà diverse zone della capitale inglese e concluderà la sua corsa presso gli studi 1Rebel (a breve ne apriranno altri quattro), dove i passeggeri avranno la possibilità di cambiarsi prima di recarsi al lavoro o a casa.

Le tariffe di questo servizio vanno dai 15 ai 20 euro per una sessione di 45 minuti, un prezzo allettante se si pensa alla versione new yorkese che si aggira intorno ai 100 dollari; già perchè, se in inghilterra è ancora in fase di progettazione, in America e precisamente a New York la palestra in movimento è già una realtà: il titolare delle palestre InForm Fitness, Adam Zickerman ha avuto la brillante, se non proprio economica idea, di realizzare questa palestra a ‘chiamata’.

In forma andando al lavoro: arriva l’autobus palestra
In forma andando al lavoro: arriva l’autobus palestra