In cosa consiste il nuovo trend del “cibo al nudo”

Frutta e verdura fresche, ma prive di imballaggi di plastica: la nuova tendenza piace ai consumatori

È l’ultima tendenza che sta già spopolando oltreoceano, un ritorno alla natura: il “food in the nude”, ovvero il cibo al nudo, è la nuova moda molto apprezzata dai consumatori.

Il tempo in cui imballare prodotti alimentari – come frutta e verdura – si credeva fosse la scelta migliore per proteggere il cibo, sembra volgere al termine. Non solo evidenze scientifiche hanno dimostrato che questa abitudine può portare allo sviluppo di allergie, ma gli stessi consumatori hanno iniziato ad apprezzare la natura per come si presenta.

Questi involucri che contengono gli alimenti sono realizzati in materiale plastico. Proprio quella plastica che finisce nei nostri mari contaminandone le acque e mettendo a rischio la salute di flora e fauna, ma è anche quella che viene prodotta in quantità industriali (circa 300 milioni di tonnellate all’anno).

A lanciare il nuovo trend del cibo al nudo è stata la catena di supermercati della Nuova Zelanda, New World. Gli alimenti non sono confezionati all’interno del solito imballaggio, ma vengono esposti in maniera naturale. Con un risultato straordinario: l’idea piace e le vendite sono salite del 300%.

E i sacchetti di plastica? In Italia da oltre un anno è in vigore la legge per cui i sacchetti biodegradabili devono essere obbligatoriamente acquistati, a New York invece sono stati eliminati. I punti vendita incentivano infatti i consumatori a riutilizzare borse da loro fornite offrendo 0,05 centesimi di sconto. O ancora, è possibile portare da casa dei contenitori per inserire il cibo acquistato. Un processo semplice, ma allo stesso tempo rivoluzionario che ha come obiettivo quello di ridurre l’uso e la presenza della plastica sulla terra.

Un altro colosso americano, WalMart, utilizza esclusivamente materiali destinati al riciclo e su richiesta del consumatore, inserisce i prodotti in sacchetti di carta.

I consumatori stanno abbracciando positivamente questo nuovo trend e a dimostrarlo è l’incremento delle vendite. Ma non si tratta solamente di una scelta ambientalista: secondo il direttore del primo negozio che ha lanciato l’idea del cibo al nudo, c’è anche un’altra motivazione, ovvero gli alimenti appaiono più attraenti. Privi di imballaggio, frutta e verdura si mostrano in tutti i loro colori naturali, senza contare che profumi e aromi vengono sprigionati liberamente e circolano nell’aria.

Dietro questo nuovo trend, c’è però una cura maggiore nei confronti degli alimenti così esposti: i negozi della catena New World hanno messo su un sistema per cui il cibo viene sistemato su scaffali refrigerati e all’occorrenza, viene spruzzata dell’acqua purificata che ne evita l’appassimento e la perdita delle sostanze nutritive.

In cosa consiste il nuovo trend del “cibo al nudo”