Rock, il treno a idrogeno di Hitachi da Pistoia a Berlino

Completamente made in Italy, il primo treno a idrogeno Hitachi: chiamato "Rock" è considerato ideale per il trasporto regionale

Quando si pensa al made in Italy, si guarda al mondo della moda o del cibo, tuttavia la qualità italiana si sta distinguendo anche in altri ambiti industriali.

È il caso del treno Rock di Hitachi, presentato nella prima metà di settembre a Innotrans, la fiera di Berlino dedicata al settore ferroviario e considerata la più importante a livello mondiale. La presentazione del Rock è avvenuta alla presenza del Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, dei vertici di Ferrovie dello Stato e della Hitachi, con a capo il Ceo Alistair Dormer. Il treno a idrogeno presentato a Berlino è infatti tutto italiano e made in Pistoia: Rock è stato assemblato nello stabilimento Hitachi di via Ciliegiole e rappresenta una eccellenza del made in Italy.

Ecologico e innovativo, il treno a idrogeno tutto italiano consuma il trenta per cento in meno rispetto ai treni più nuovi presenti sul mercato. È inoltre possibile riciclarlo per il 95 per cento ed è dotato di un sistema di condizionamento che si autoregola. In più, funziona a idrogeno, evitando l’utilizzo di combustibili fossili:  non produce gas inquinanti se non vapore acqueo ed emette meno rumore. All’interno, Rock è dotato di wi fi e telecamere di sicurezza, per un’esperienza viaggiatori curata nei minimi dettagli: le sedute sono state progettate in modo da risultare più larghe e comode rispetto ai treni in circolazione. In perfetto stile ecologista, Rock contiene anche numerosi spazi per riporre la propria bici e viaggiare comodamente anche con due ruote.

Hitachi e Rock, treno a idrogeno

L’innovazione non riguarda solamente l’estetica, ma anche la dotazione tecnica: il treno Rock infatti possiede un sistema di autocontrollo in grado di prevenire eventuali disagi tecnici e grazie alla potenziata accelerazione, risulta dinamico e veloce. Può contenere fino a 1400 persone e la stessa Hitachi lo definisce una rivoluzione per il trasporto regionale. Rock non è comunque il primo treno a idrogeno a essere presentato in Europa: gli innovativi treni infatti stanno prendendo sempre più piede in Germania, dove già coprono numerose tratte, regionali e nazionali. La tecnologia a idrogeno risulta infatti efficiente e sostenibile, una delle migliori alternative presenti sul mercato al vecchio diesel. Chissà che l’Italia non decida di investire nello sviluppo della mobilità alternativa, anche su rotaie. E magari vedremo Rock di Hitachi sfrecciare da una stazione all’altra, con uno sbuffo di vapore.

Sala comandi del treno a idrogeno Rock

Rock, il treno a idrogeno di Hitachi da Pistoia a Berlino