La Formula 1 dice addio all’inquinamento da carbonio: ecco il piano annunciato

Obiettivo: far diventare la Formula 1 totalmente "carbon neutral" entro il 2030

Mentre il mondo chiede alle istituzioni politiche piani di intervento per salvaguardare l’ambiente, qualcosa si muove anche nello sport, nella Formula 1 per essere precisi. La F1 ha infatti annunciato recentemente di voler diventare “carbon free”, con un piano pensato ad hoc che mira a rendere il settore più ecosostenibile e a ridurre il suo impatto ambientale.

Il piano, che punta principalmente a ridurre le emissioni di carbonio in Formula 1, è il risultato di un anno di ricerche, ed è stato condiviso per la prima volta con i team del Gran Premio del Messico.  Chiunque voglia prendere visione dell’intero progetto oggi può comunque farlo, dato che è stato pubblicato in formato PDF sul sito ufficiale della F1.

Nel file viene spiegato che le emissioni di carbonio in F1 nel 2019 sono state pari a 256.551 tonnellate di anidride carbonica e che, al contrario di quello che molti potrebbero essere indotti a pensare, la fonte di maggiore inquinamento non sono le corse in pista. Il 45% delle emissioni totali, difatti, proviene dal settore logistico e da tutti i viaggi aerei e marittimi necessari per spedire le apparecchiature di supporto alle gare in tutto il mondo (contro l’8% delle emissioni delle piste).

Per contrastare il problema, dunque, da qui al 2025 in Formula 1 verranno usati prima di tutto materiali econostenibili, ci sarà per esempio l’eliminazione della plastica monouso e si procederà con il riciclaggio o il compostaggio di tutti i rifiuti. In F1, inoltre, verranno introdotti incentivi e strumenti per offrire a tutti i fan di questo sport delle alternative ecologiche per raggiungere le gare e si cercherà di coinvolgere aziende e sponsor nella miglioria delle strutture utilizzate, in modo tale da rendere queste ultime a basso impatto ecologico.

Questo già di per sé è un piano ambizioso, ma come se non bastasse comprende anche: la progettazione di nuove auto da corsa completamente carbon free, viaggi più efficienti per i team e gli addetti ai lavori in F1 e fabbricati e uffici – amministrativi e non – a basso rilascio di anidride carbonica.

Non è stato spiegato però ancora come procederanno per rendere tutto questo possibile. Dopo l’annuncio fatto, con il quale sono stati mostrati gli obiettivi ma non come si ha intenzione di raggiungerli, stampa ed appassionati di F1 attendono con ansia di conoscere i dettagli del piano che – da quanto emerso fino ad ora – si prospetta essere rivoluzionario.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Formula 1 dice addio all’inquinamento da carbonio: ecco il pi...