Ecobonus vetture elettriche, riaperti i termini per richiedere l’incentivo

Il MISE annuncia di aver aggiunto altri 40 milioni alla disponibilità del fondo per l'acquisto di auto elettriche e ibride

Tre mesi, giorno più giorno meno. Tanto ci hanno messo gli italiani a “prosciugare” l’Ecobonus auto elettriche 2019.

Il fondo governativo da 20 milioni introdotto con la Legge di Bilancio 2019 e valido dal 1° marzo di quest’anno, infatti, è arrivato a esaurimento tra la fine di giugno e l’inizio di luglio. Il Governo ha così deciso di rifinanziarlo, dando un ulteriore impulso al mercato delle auto elettriche e delle auto ibride plug-in. La notizia arriva direttamente dal Ministero dello Sviluppo Economico, che annuncia anche di aver raddoppiato la dotazione del fondo.

Il nuovo Ecobonus auto elettriche 2019 ha ora una capienza di 40 milioni di euro e, conti alla mano, dovrebbe essere sufficiente per arrivare quanto meno a fine anno.

Venditori e concessionarie potranno iniziare a inserire le richieste nell’apposito portale web già da lunedì 8 luglio, mentre per i rimborsi si dovrà attendere qualche giorno in più. Al netto di questo aspetto, dovuto principalmente a ragioni di natura tecnica (c’è bisogno di riconfigurare il sistema informatico che consente di erogare gli incentivi), l’Ecobonus 2.0 ha lo stesso funzionamento del primo Ecobonus introdotto a marzo.

L’incentivo è riservato all’acquisto di veicoli categoria M1, adibiti al trasporto passeggeri con un massimo di 8 posti a sedere escluso quello del conducente. Nel caso si rottami un’auto omologata secondo la direttiva europea Euro 2, Euro 3 o Euro 4, il contributo per l’acquisto di un veicolo elettrico è di 6.000 euro; se, invece, si acquista senza rottamazione l’incentivo scende a 4.000 euro.

Come già specificato dal Ministero dello Sviluppo Economico in una precedente comunicazione, l’Ecobonus governativo può essere sommato a forme di incentivo per l’acquisto di veicoli elettrici erogati da Regioni e Province autonome. In Emilia-Romagna, tanto per fare un esempio, i 6 mila euro dell’Ecobonus 2019 possono essere sommati all’incentivo regionale di 3.000 euro, per uno sconto di 9.000 euro sul prezzo di listino di auto elettriche o ibride.

Come accennato, le richieste per accedere ai 40 milioni del fondo (39 milioni 870 mila euro, a voler essere precisi) potranno essere inserite sulla piattaforma già dalle 12 dell’8 luglio 2019. A meno che non si esaurisca prima, la scadenza della fase di prenotazione è prevista per il 20 novembre 2019.

Ecobonus vetture elettriche, riaperti i termini per richiedere l&#8217...