Birra “green”: noto marchio lancia le bottiglie di birra con la carta al posto del vetro

Carlsberg presenta la Green Fiber Bottle, la bottiglia in materiale ecosostenibile

Svolta green per Carlsberg: il noto marchio di birra danese ha presentato diverse novità per i suoi prodotti. Oltre a rivedere le ricette delle sue “bionde”, Carlsberg ha annunciato un diverso packaging per ridurre l’impatto ambientale, facendo a meno della classica bottiglia di vetro.

Il contenitore della birra infatti sarà in fibra di legno, completamente biodegradabile. La “Green Fiber Bottle” è al momento un prototipo. Ne esiste una duplice versione, una bottiglia rivestita da un sottile film di plastica riciclata e un altro modello realizzato in materiale completamente bio.

Il gigante della birra lavora al progetto delle bottiglie di carta ecosostenibili dal 2015, insieme agli esperti di EcoXpac, della società di confezionamento BillerudKorsnäs, con i ricercatori dell’Università della Danimarca e il supporto di Innovation Fund Denmar.

Che non sia solo una trovata pubblicitaria lo dimostra la contestuale nascita della società Paboco, dedita alla produzione di bottiglie di carta, che unirà non solo Carlsberg ma anche grandi marchi come Coca Cola (molto attiva sul fronte dell’ecosostenibilità) e L’Oreal.

E siccome pizza e birra sono un’accoppiata vincente, Carlsberg ha pensato bene di estendere l’ecosostenibilità anche ai cartoni della pizza. Per questo ha introdotto “Betterbox”, il cartone della pizza realizzato con gli scarti di produzione della birra, interamente compostabile.

L’idea viene dalla considerazione che il materiale di confezionamento della pizza da asporto non è riciclabile, non è assimilabile alla carta e pochi sanno come smaltirlo in modo corretto. Se i cartoni della pizza fossero accatastati uno sopra l’altro, potrebbero raggiungere l’altezza di due Empire State Building e mezzo. Per questo Carlsberg ha sentito l’esigenza di apportare una innovazione biodegradabile che sarà presto sperimentata in una pizzeria milanese.

La sostenibilità ambientale sembra essere diventato un punto essenziale della politica del brand di birra. Solo l’anno scorso Carlsberg ha rinunciato agli anelli di plastica che tengono unite le lattine di birra nelle confezioni. Il percorso continua anche per le etichette. Infatti il colore verde che contraddistingue il marchio è uno degli inchiostri meno ecologici, per questo Carlsberg lo sta sostituendo con uno certificato e più rispettoso dell’ambiente.

Non rimane che attendere che la Green Fiber Bottle e il Betterbox entrino in commercio per analizzare il loro impatto sui consumatori, sulla concorrenza e sull’ambiente.

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Birra “green”: noto marchio lancia le bottiglie di birra c...