Bill Gates e la startup segreta che potrebbe salvare il pianeta dall’inquinamento

La società Heliogen è riuscita a portare la temperatura raccolta dall'energia solare a oltre 1000°C

La tecnologia fa passi da gigante, aprendo nuove frontiere. A livello globale, uno dei settori in cui si stanno cercando di sfruttare maggiormente le potenzialità ‘tech’ del terzo millennio è quello delle fonti rinnovabili. A tal proposito, negli ultimi giorni, ha fatto capolino il nome Heliogen. Si tratta di una società di energia pulita californiana, dietro cui si cela lo zampino di Bill Gates e dietro cui si nasconde la speranza di mettere in archivio definitivamente i combustibili fossili.

Perché la Heliogen ha fatto notizia di recente? L’azienda ha dichiarato di essere giunta a un risultato molto importante. Nella fattispecie, ha annunciato di aver implementato a dismisura le performance nel raccogliere l’energia della radiazione solare. Per farlo si è servita di un sistema di specchi hi-tech che sono in grado di ‘catturare’ la luce e veicolarla sulla cima di una torretta. Per quanto riguarda la struttura, si tratta di un impianto solare termodinamico.

Sulla torretta che ha raccolto l’energia solare si è toccata una temperatura che è andata oltre i 1000°C. Heliogen, però, non crede di aver fatto il massimo, convinta che si possa arrivare a 1500°C. Una cifra che va ben oltre i 600°C che solitamente si sfiorano con i ‘vecchi’ impianti.

I dati fanno ben sperare, oltre a far credere che in futuro – resta da capire quando di preciso – una simile soluzione possa mettere fuori gioco i combustibili fossili (e di conseguenza ridurre le emissioni climalteranti) nell’industria pesante.

Ma torniamo agli specchi hi-tech, che sono il nocciolo dell’innovazione. Sono già molti gli impianti che utilizzano specchi mobili, che seguono l’andamento solare. Dunque? Dove starebbe la novità di Heliogen? Nella gestione di questi specchi, i quali, supportati da software ‘intelligentissimi’, sarebbero capaci di mutare più volte al secondo, con piccolissime variazioni di inclinazione e con il risultato di captare maggiore energia solare.

In realtà, da quanto emerso, Heliogen non ha inventato un nuovo metodo inerente alla produzione della fonte rinnovabile, ma ne sta implementando uno che già c’era. Certo è che, alla luce dei primi obbiettivi raggiunti, le migliorie apportate potrebbero portare enormi cambiamenti nel settore. Per ora, però, è meglio rimanere nell’ambito delle ipotesi perché la strada da percorrere per rivoluzionare il mondo e ridurre l’inquinamento è ancora tanta. Come a dire: chi ben inizia è a metà dell’opera, ma resta appunto tutto il resto da fare.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bill Gates e la startup segreta che potrebbe salvare il pianeta dall&#...