Ad Amsterdam il primo supermercato senza plastica

Ad Amsterdam apre Ekoplaza, il primo supermercato senza plastica che ha come obiettivo quello di ridurre l'inquinamento degli oceani

Ad Amsterdam nasce il primo supermercato senza plastica. L’Olanda ha ormai dichiarato guerra alla plastica e si prepara ad eliminarla da tutto il paese, a partire dai market. Con questo intento è nata la catena Ekoplaza la prima al mondo che offre prodotti senza questo materiale, preferendo il vetro, il metallo e tutto ciò che è compostabile, per un totale di ben 680 articoli.

All’interno del supermercato si possono acquistare carne, riso, pasta, ma anche frutta, verdura e latticini, il tutto rispettando l’ambiente e senza produrre scarti di plastica. La svolta green per ora è solo un esperimento che, se dovesse andare bene, verrà replicato con l’apertura di ben 74 punti vendita di Ekoplaza che sorgeranno in tutta Europa entro la fine del 2018.

Secondo le ultime previsioni entro il 2050 la situazione dei mari sarà così grave che quasi tutti i pesci saranno scomparsi lasciando spazio alla plastica. La necessità di trovare una soluzione contro le 165 milioni di tonnellate di plastica presenti negli oceani, ha spinto i Governi a fare qualcosa.

“Sappiamo che i nostri clienti sono stanchi di prodotti carichi di strati di plastica – ha svelato Erik Does, il creatore di Ekoplaza -. I reparti plastic free sono un modo innovativo di testare i biomateriali compostabili che offrono un’alternativa più rispettosa dell’ambiente”.

La decisione dell’Olanda arriva dopo che l’Unione Europea si era espressa contro l’uso della plastica. Secondo le ultime direttive infatti entro il 2030 dovrà essere esclusivamente riciclata e non utilizzata negli ambiti in cui sarà possibile. Le linee guida di questa “battaglia all’inquinamento” sono state indicate dalla Commissione nella Public Waste strategy.

Proprio come la Norvegia, l’Olanda, dopo aver recepito queste direttive, ha deciso di passare all’azione anche grazie all’appoggio di A Plastic Planet, importante gruppo ambientalista che da anni si batte per eliminare la plastica dagli oceani.  2Per decenni hanno venduto ai consumatori la bugia che non possiamo vivere senza plastica nel cibo e nelle bevande – ha spiegato Sian Sutherland, cofondatore del market green -. Un reparto privo di plastica cancella questa falsa convinzione. Finalmente possiamo vedere un futuro in cui il pubblico può scegliere se acquistare plastica o meno. Allo stato attuale non abbiamo scelta”.

Ad Amsterdam il primo supermercato senza plastica