Ambiente e crisi climatica: L’Irlanda vuole piantare 440 milioni di alberi

Climate Action Plan: il governo Irlandese combatte la deforestazione e il riscaldamento globale

L’Irlanda è in prima fila nella missione di tutela dell’ambiente, una lotta questa che si sta facendo sempre più dura a causa del proliferarsi di emissioni di gas serra.

L’Isola, per questo motivo, ha deciso di piantare 22 milioni di alberi all’anno fino al 2040, per un totale di 440 milioni di nuove piante. Il piano irlandese (il Climate Action Plan) interesserà 8 ettari di terreno ora ad uso agricolo, che torneranno ad essere forestati per il 70% con conifere, pini e cipressi. Il restante sarà occupato da piante a foglia larga. Entro il 2040, dunque, buona parte dell’anidride carbonica sarà assimilata dagli alberi.

Il Climate Action Plan Irlandese, inoltre, prevede interventi di efficienza energetica per 50 mila abitazioni e l’incremento di auto elettriche entro il 2030. Nei prossimi anni, quindi, l’obiettivo sarà rendere le case più calde, l’aria più pulita e promuovere un uso eco – sostenibile delle risorse scarse del mondo, migliorando la qualità di vita sia negli ambienti domestici che nei luoghi di lavoro.

L’Irlanda, in questo senso, procede spedita ma, se da un lato questo piano così ambizioso ha trovato molti consensi nella collettività, lo stesso ha generato malcontenti tra gli agricoltori, i quali si sono visti depauperati delle loro risorse naturali. I terreni dove verranno piantati gli alberi, che fino ad ora era stati destinati ad uso agricolo, rappresentano la loro fonte primaria di sostentamento e, adesso, vedranno destinati ad un’altra causa.

Il governo Irlandese, comunque, è intento a continuare con il suo piano, nonostante tutto. Non ha caso l’IPCC, ovvero il Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico, nel suo ultimo rapporto speciale ha parlato infatti di interventi mirati all’ampliamento delle foreste per incrementare la capacità di assorbire anidride carbonica dall’atmosfera.

Accanto all’Irlanda anche altri paesi si sono mostrati sensibili alla problematica del surriscaldamento del nostro pianeta e tutti hanno dato il loro contributo. Milano, per esempio, prevede di realizzare una foresta urbana con 3 milioni di alberi entro il 2030. L’Australia invece ha finanziato un progetto che consentirà di piantare oltre un miliardo di alberi entro il 2050, con la finalità di assimilare 18 milioni di tonnellate di CO2 all’anno, mentre l’Etiopia invece ha già provveduto a piantare oltre 350 milioni di alberi in un solo giorno.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ambiente e crisi climatica: L’Irlanda vuole piantare 440 milioni di&...