PROMO

Al via “B Green Stadium”: il progetto della Lega B e Officinæ verdi

Progressiva riduzione delle emissioni di CO2 e dei consumi energetici del 30%, 100% approvvigionamento da energia verde, accessibilità e sicurezza, engagement sociale e nuova occupazione negli Stadi inseriti in un masterplan di rigenerazione urbana: questi gli obiettivi al 2020 della Lega Nazionale Professionisti B di calcio

La Lega Nazionale Professionisti B avvia B-Green Stadium®, iniziativa che punta a promuovere, da subito e con i primi significativi risultati entro il 2020, la riqualificazione, in un ambito di sostenibilità ambientale, di stadi e impianti di allenamento dei club associati alla Lega B.

Si tratta di un progetto integrato, unico nel suo genere, che abiliterà investimenti di grande impatto e sarà incentrato su sostenibilità delle scelte tecnologiche, riduzione degli impatti ambientali, miglioramento della fruibilità e della sicurezza infrastrutturale.

Il progetto, che sarà realizzato da B Futura e Officinæ Verdi Group in qualità di arranger tecnico e finanziario, è il primo in Italia per numero di impianti che potranno essere coinvolti, potenzialmente ben oltre i “confini” della Lega B, incentrato su sostenibilità e revamping delle strutture come driver di innovazione.

Gli obiettivi progettuali possono essere così sintetizzati:

  • Riduzione dei consumi energetici del 30% e 100% approvvigionamento da energia verde
  • Riduzione del consumo di acqua del 30%
  • Riduzione impatti ambientali, assessment materiali e abbattimento delle emissioni prodotte
  • Certificazione ambientale del Campionato Lega B l UNI ISO 20121
  • Control Room IoT per monitorare i consumi-stadio
  • Innovazione e Sostenibilità con Green Capital Alliance, acceleratore di innovazioni sostenibili

I Club che aderiranno, attraverso B Futura, alla piattaforma B-Green Stadium® potranno avviare da subito uno studio di fattibilità per riqualificare le proprie strutture, beneficiando delle massime competenze nazionali ed estere nel settore delle infrastrutture sportive, attraverso un interlocutore unico per innovazione e tecnologie green, soluzioni finanziarie e certificazione ambientale.

B-Green Stadium® punta a rendere sostenibili dal punto di vista ambientale e sociale – con positive ricadute anche dal punto di vista finanziario – stadi che ospitano partite della Serie B e Club associati alla Lega B, operando su tre fronti:

  • La riqualificazione energetica delle infrastrutture attraverso interventi di efficienza, eventualmente integrati da impianti a fonti rinnovabili, che permetteranno una riduzione dei consumi energetici stimata intorno al 30%
  • La riduzione dell’impronta ambientale attraverso l’approvvigionamento dalla rete di 100% energia verde, l’abbattimento delle emissioni prodotte, la riduzione del consumo di acqua, l’assessment dei materiali utilizzati e la progettazione ambientale delle aree esterne allo stadio
  • L’impatto sociale, non solo migliorando accessibilità e sicurezza degli stadi, ma sviluppando un modello di infrastruttura polifunzionale dotata di aree verdi pubbliche, impiantistica per migliorare il decoro e la fruibilità sportiva e servizi di pubblica utilità attivi per tutta la settimana

Un sistema avanzato di IoT consentirà il monitoraggio dei consumi energetici e il controllo del funzionamento di sistemi e impianti, identificando eventuali anomalie o sprechi energetici; sarà inoltre in grado di dare informazioni avanzate anche su accessi e presenze. Il primo risultato atteso dall’implementazione di innovazione e sostenibilità è un Sistema di Gestione Sostenibile degli Eventi sportivi, secondo gli standard UNI ISO 20121, relativamente all’organizzazione del Campionato Serie B 2016-2017.

Oltre ai cinque progetti già in “portafoglio” di B Futura – Cagliari, Pescara, Avellino, Crotone e Vicenza – B-Green Stadium® darà il suo contributo di innovazione tecnologica in chiave ambientale a una iniziativa di grande fascino e dai grandi significati: il nuovo stadio di Lampedusa, realizzato da Lega B, B Futura e B Solidale Trust Onlus, con il contributo di una serie di generosi finanziatori a partire da Fondazione con il Sud ed ENEL Cuore. L’impianto, attraverso un adeguato modello di produzione da fonti rinnovabili, non sarà solo energeticamente autonomo, ma potrà avere un saldo attivo di energia da scambiare sul posto e mettere a disposizione della comunità lampedusana, aprendo la strada a un ulteriore modulo di collaborazione che potrà portare alla elaborazione del primo Piano energetico del Comune di Lampedusa e Linosa.

“Puntare sulla sostenibilità ad ampio spettro – dichiara Andrea Abodi Presidente Lega Nazionale Professionisti B – rappresenta per noi un doveroso impegno nell’ambito delle politiche di Responsabilità Sociale che ci caratterizzano da anni, ma è anche la chiave per contribuire in modo significativo a recuperare il gap di competitività nazionale e internazionale che penalizza, attraverso stadi e impianti di allenamento quasi mai adeguati, i nostri Tifosi e l’intero sistema calcistico italiano.

“Siamo particolarmente orgogliosi di affiancare un soggetto dinamico e propositivo come la Lega B – commenta Giovanni Tordi, Amministratore Delegato di Officinæ Verdi Group – in questo progetto dalle grandi potenzialità. La realizzazione di nuovi stadi e la riqualificazione degli esistenti può diventare, infatti, un driver di sviluppo territoriale dal notevole impatto economico e sociale”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Al via “B Green Stadium”: il progetto della Lega B e Offic...