Tasse, versamenti IRPEF entro il 22 agosto: tutte le voci da pagare

Tra le tantissime scadenze fiscali del 22 agosto, tra quelle più temute dagli italiani c'è l'IRPEF. Ecco le tutte le voci da versare

Tra le tantissime scadenze fiscali del 22 agosto, tra quelle più temute dagli italiani c’è l’IRPEF, che rappresenta senz’altro un costo particolarmente elevato da sostenere, soprattutto in un mese dove tendenzialmente si spende di più per via delle vacanze (qui trovate tutte le 179 tasse da pagare entro il 22 agosto).

Chi deve pagare l’IRPEF

Ricordiamo che l’IRPEF è l’Imposta sul reddito delle persone fisiche, cioè l‘imposta dovuta dalle persone fisiche per il possesso dei seguenti redditi:

  • fondiari, cioè dei fabbricati e dei terreni
  • di capitale
  • di lavoro dipendente (inclusi i redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente e i redditi di pensione)
  • di lavoro autonomo
  • di impresa
  • diversi (elencati nell’articolo 67 del Testo unico delle imposte sui redditi).

Sono soggetti passivi dell’Irpef le persone fisiche residenti e non residenti nel territorio dello Stato.

Qui trovate i 4 nuovi scaglioni IRPEF 2022 per sapere quanto dovete pagare in base al vostro reddito.

Tutti le voci IRPEF da versare entro il 22 agosto

Ma cerchiamo di capire bene quali versamenti IRPEF vanno effettuati entro lunedì 22 agosto (compreso). Qui l’elenco:

1. IRPEF: versamento primo acconto 2022 e saldo 2021

Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2021 e di primo acconto per l’anno 2022, maggiorando preventivamente l’intero importo da versare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo

2. Acconto Irpef sui redditi soggetti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte

Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell’acconto d’imposta in misura pari al 20% dei redditi sottoposti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte, maggiorando preventivamente l’intero importo da versare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo

3. Non titolari di partita Iva: versamento 2a rata Irpef a titolo di primo acconto 2022 e saldo 2021

Versamento 2a rata dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2021 e di primo acconto per l’anno 2022, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,33% – N.B.: il presente adempimento riguarda i versamenti emergenti dalle dichiarazioni dei redditi dei soggetti non interessati dall’applicazione degli ISA

4. Non titolari di partita Iva: versamento 2a rata dell’Acconto Irpef sui redditi soggetti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte

Versamento 2a rata dell’acconto d’imposta in misura pari al 20% dei redditi sottoposti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,33% – N.B.: il presente adempimento riguarda i versamenti emergenti dalle dichiarazioni dei redditi dei soggetti non interessati dall’applicazione degli ISA

5. Titolari di partita Iva: versamento 3a rata dell’Acconto Irpef sui redditi soggetti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte

Versamento 3a rata dell’acconto d’imposta in misura pari al 20% dei redditi sottoposti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,51%

6. Non titolari di partita Iva: versamento 2a rata Irpef a titolo di primo acconto 2022 e saldo 2021

Versamento 3a rata dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2021 e di primo acconto per l’anno 2022, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,51%

7. Titolari di partita Iva: versamento 2a rata Irpef a titolo di primo acconto 2022 e saldo 2021 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo

Versamento 2a rata dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2021 e di primo acconto per l’anno 2022, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, senza applicazione degli interessi

8. Titolari di partita Iva: versamento 2a rata dell’Acconto Irpef sui redditi soggetti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo

Versamento 2a rata dell’acconto d’imposta in misura pari al 20% dei redditi sottoposti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte, maggiorando preventivamente l’intero importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, senza applicazione degli interessi.

Qui trovate tutte le addizionali IRPEF da versare entro lunedì 22 agosto.