Tasse e forfettari: come compilare il modello redditi per ottenere lo sconto del 35%

Come compilare il quadro RR del Modello Redditi e ottenere lo sconto

Con il termine “forfettari” si indica una particolare categoria di professionisti che, per reddito e inquadramento contributivo, hanno accesso ad un regime fiscale agevolato. A queste partite Iva, rispetto al regime ordinario, viene riconosciuto uno sconto del 35% sui contributi. Per ottenerlo, però, è necessario seguire un’apposita procedura al momento della presentazione del modello redditi, vediamo quale.

Forfettari, come compilare il quadro RR del modello redditi

Come stabilito dalla legge n. 190 del 23 dicembre 2014: artigiani e commercianti in regime forfettario possono beneficiare di uno sconto contributivo riconosciutogli direttamente dalla legge.

Si tratta, come già accennato sopra, di un abbattimento contributivo pari al 35%, che chi è in regime forfettario ottiene dopo aver presentato apposita istanza tramite il cassetto previdenziale Inps “artigiani e commercianti”. Tale riduzione, ricordiamolo, spetta sulla contribuzione determinata ai sensi dell’art. 1 comma 111 della legge n. 208 del 28 dicembre 2015 e riguarda sia i contributi entro il minimale che quelli eccedenti.

Basta la compilazione del quadro RR e l’invio della richiesta all’Inps per avere diritto alla piena applicazione dello sconto.

Nello specifico, nel quadro RR, alla voce “singola posizione contributiva“ presente nella sezione dedicata ai dati generali, nella colonna 7 deve essere riportato il codice “C” (che sta ad indicare il lavoratore in regime forfetario che aderisce alle agevolazioni previste dall’art. 1 commi 77-84 della legge 190/2014).

Ovviamente, l’intero iter deve andare a buon fine per considerarsi la procedura ultimata, solo così il professionista avrà diritto allo sconto del 35% sui contributi. Quest’ultimo, per stare più sicuro, può comunque rivolgersi ad un commercialista, un consulente del lavoro o lasciare che a gestire il tutto siano i Caf autorizzati.

Regime forfettario: le scadenze per il versamento degli acconti

Chi è in regime forfettario, per l’anno di imposta 2020, sarà tenuto a procedere al pagamento di due acconti di pari importo. Quest’anno, le date sono fissate per i versamenti seguenti:

  • 20 luglio 2020 per il versamento del primo acconto (insieme al saldo);
  • 30 novembre 2020 per il versamento del secondo acconto.

Sul reddito eccedente il minimale, una volta calcolato, dovranno essere applicate le aliquote contributive previste per l’anno 2020. È possibile, tuttavia, ricorrere – quando è previsto e concesso – alle agevolazioni statali che sono considerate compatibili con questa forma di regime agevolato.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tasse e forfettari: come compilare il modello redditi per ottenere lo ...