Superbonus 110% per villette senza limite Isee: la novità in manovra

Rimosso il tetto al reddito per fare richiesta dell'agevolazione fiscale sui lavori di ristrutturazione per villette e case monofamiliari

Superbonus per tutte le villette e case unifamiliari senza limiti di Isee. Tra le principali modifiche della legge di Bilancio in fase di definizione nel suo iter verso l’approvazione, l’agevolazione del 110% sul costo dei lavori edili per questo tipo di unità abitative sarà riconosciuta a prescindere dal livello di reddito dei proprietari (qui avevamo parlato del rischio di esclusione). Altre probabili novità sulla misura riguarderanno inoltre la proroga sullo sconto in fattura e la cessione del credito per tutti i bonus di ristrutturazione.

Superbonus 110% per villette senza limite Isee: la modifica

L’eliminazione totale del tetto per ricevere il Superbonus arriva dopo una mediazione tra parti politiche e associazioni di categoria sulla versione iniziale del testo, che prevedeva l’agevolazione sotto un limite Isee di 25mila euro (qui le principali misure da definire nella Legge di Bilancio).

Una soglia ritenuta troppo bassa da molti addetti ai lavori, che avrebbe escluso molte fasce di reddito. Come criterio per filtrare le domande sul contributo tanto richiesto, il governo stringerà le maglie temporali della Cilas, la Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (qui avevamo anticipato gli ultimi aggiornamenti in manovra).

A partire dal 2024 diminuisce però anche l’aliquota del Superbonus che dal 110% rimborserà il 70% della spesa e il 65% l’anno successivo.

Superbonus 110% per villette senza limite Isee: sconto in fattura e cessione del credito

Rimossi i limiti anche sullo sconto in fattura e sulla cessione del credito, così da permettere anche alle famiglie con margini finanziari ridotti di usufruire immediatamente dell’agevolazione fiscale, rispettivamente tramite la ditta che realizza i lavori e attraverso banche e altri soggetti, senza dove attendere le detrazioni Irpef.

Previsti in prima battuta per il solo Superbonus, saranno allargati fino al 2023 anche a tutti i bonus legati ai lavori di ristrutturazione edilizia, per i quali sono contemplati i lavori di:

  • recupero del patrimonio edilizio,
  • interventi di efficienza energetica,
  • misure antisismiche,
  • recupero o restauro delle facciate,
  • installazione di impianti fotovoltaici o di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici.

Superbonus 110% per villette senza limite Isee: il bonus facciate

In materia di detrazioni fiscali su lavori di edilizia, nel testo della Manovra sarà prevista anche la proroga del Bonus facciate, che permette l’agevolazione su interventi di recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti, di qualsiasi categoria catastale, ubicati in zona A o B, incluse le strutture opache della facciata, i balconi, gli ornamenti e i fregi.

Per il 2022 il bonus riguarderà soltanto i lavori saldati entro il 31 dicembre 2021 e sarà però diminuito rispetto a quanto previsto lo scorso anno dal 90% al 60%  (qui avevamo parlato del rinnovo in bilico).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Superbonus 110% per villette senza limite Isee: la novità in manovra