Imu, arriva l’ultima rata: chi non deve pagare, tutte le esenzioni

Non tutti sono a conoscenza che esistono esenzioni permanenti per il pagamento dell'Imu e altre che invece si sono aggiunte negli ultimi anni a causa della pandemia

L’imposta municipale propria, meglio nota come Imu, è dovuta per il possesso di alcune tipologie di proprietà. L’Imu sostituisce dal 2012 l’Ici e fino al 2019 è stata integrata al Tasi, il tributo per i servizi indivisibili, e alla Tari, la tassa sui rifiuti, nella Iuc, l’imposta unica comunale.

Chi deve pagare l’Imu e in quali parti d’Italia

È dovuta dal proprietario o dal titolare di altro diritto reale (come usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie) dal concessionario in caso di aree demaniali o dal locatario in caso di leasing, delle seguenti proprietà.

  • Fabbricati, a eccezione delle abitazioni principali che non rientrano nelle categorie A/1 (abitazioni signorili), A/8 (abitazioni in ville) e A/9 (Castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici).
  • Aree fabbricabili.
  • Terreni agricoli.

L’Imu si applica in tutti i comuni italiani a parte Friuli Venezia Giulia e delle province autonome di Trento e di Bolzano, dove gli statuti regolano diversamente questa imposta.

Quando scade la seconda rata dell’Imu nel 2021

Il termine per il pagamento è, come di consueto, il 16 dicembre. Tuttavia sul calcolo e il versamento della seconda rata dell’Imu hanno effetto non solo le esenzioni classiche ma anche le norme emanate a causa della pandemia.

Per quali proprietà non bisogna pagare l’Imu

Dall’Imu sono esentate le seguenti proprietà.

  • Immobili posseduti dallo Stato e dai Comuni e da altri enti pubblici.
  • Fabbricati classificati nelle categorie catastali da E/1 a E/9 (come stazioni, porti, fari).
  • Fabbricati con destinazione a usi culturali.
  • Fabbricati destinati all’esercizio del culto e di proprietà della Santa Sede.
  • Fabbricati che appartengono a Stati esteri e organizzazioni internazionali per i quali sono in vigore accordi specifici con l’Italia.
  • Fabbricati a uso non commerciale destinati ad attività assistenziali, previdenziali, sanitarie, didattiche, ricettive, culturali, ricreative, sportive, ecc.
  • Terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti e imprenditori iscritti alla previdenza agricola, ubicati nei comuni delle isole minori e nei territori indicati dalle circolari ministeriali o a immutabile destinazione agrosilvopastorale a proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile.

Attenzione invece alle proprietà che non godono più dell’esenzione dal 2020.

  • Fabbricati rurali ad uso strumentale.
  • Fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita.
  • Fabbricati merce (che godranno dell’esenzione a partire dal 2022).

Quali esenzioni sono previste per l’Imu dai Comuni

I Comuni, in autonomia, possono inoltre prevedere esenzioni per le seguenti proprietà.

  • Immobili dati in comodato gratuito al Comune, a un altro ente territoriale a un ente commerciale per l’esercizio di compiti istituzionali o statutari.
  • Esercizi commerciali e artigianali in zone precluse al traffico a causa dello svolgimento di lavori per la realizzazione di lavori pubblici che si protraggono per oltre sei mesi.

Imu, tutte le esenzioni causa Covid per il 2021

Sono inoltre previste nuove esenzioni specifiche per la ripresa dal Covid. Non è dovuto il pagamento della seconda rata dell’Imu nel 2021 per queste proprietà.

  • Immobili destinati al cinema e ai teatri (anche per tutto il 2022).
  • Immobili con sfratti per morosità, qua il nostro approfondimento.
  • Immobili colpiti dal sisma in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna del maggio 2021.
  • Immobili colpiti dal sisma del Centro Italia dell’agosto 2016.
  • Immobili situati nei comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno nell’isola di Ischia, interessati dal terremoto dell’agosto 2017.

Per quanto riguarda invece le unità immobiliari con pensionati non residenti in Italia, è prevista una riduzione del 50%.

Ci sono poi diverse categorie che hanno diritto al rimborso della prima rata dell’Imu, come spiegato qui. L’Agenzia delle Entrate ha inoltre chiarito qui a chi spetta l’esenzione per Imu e Tari.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Imu, arriva l’ultima rata: chi non deve pagare, tutte le esenzio...