Dl Rilancio, approvato sconto del 50% sulle tasse: i destinatari

Riconosciuto credito di imposta alle società benefit: le novità della conversione in legge del dl Rilancio

Con la conversione in legge del dl Rilancio è stato approvato uno sconto del 50% sulle tasse per le società benefit. Tale agevolazione verrà riconosciuta sotto forma di credito di imposta e della stessa si potrà usufruire in compensazione tramite modello F24. Ma vediamo nel dettaglio termini e condizioni per usufruire del beneficio.

Cosa sono le società benefit

Lo sconto del 50% sulle tasse verrà riconosciuto alle cosiddette società benefit, anche conosciute come B Corporation. Si tratta di realtà che si rifanno ad una forma giuridica introdotta nel 2010 sulla scia delle Benefit Corporation degli Stati Uniti e che, a differenza delle S.p.a. “tradizionali” non nascono con l’unico obiettivo di distribuire dividenti tra gli azionisti.

Il loro scopo, infatti, è quello di creare valore condiviso, attraverso progetti che hanno anche un riscontro a livello sociale. Molti le definiscono come una versione più ambiziosa delle no profit, ovvero delle vere e proprie imprese sociali che puntano a migliorare l’ambiente in cui operano con la loro mission.

Il ricorso a tale forma giuridica, sia come prima costituzione sia come trasformazione, è disciplinato dall’articolo 1, commi 376 e seguenti, della Legge di Bilancio 2016.

Come funziona lo sconto del 50%

Lo sconto sulle tasse riconosciuto alle società benefit, come stabilito dal dl Rilancio (e come accennato sopra), opera come credito di imposta ed è pari al 50% dei costi sostenuti per la costituzione e/o trasformazione della società.

Le spese che possono essere detratte sotto forma di credito di imposta sono tutte quelle sostenute tra la data di entrata in vigore del decreto e il 31 dicembre 2020.

Tutte le uscite che sono riconosciute ai fini dello sconto, relative all’anno 2020, potranno però essere usate in compensazione tramite modello F24 a partire dal 1° gennaio 2020 e fino ad esaurimento fondi.

Il Governo per finanziare tale intervento ha stanziato 3 milioni di euro, che aumenteranno a 7 milioni di euro nel 2021.

In attesa del decreto attuativo

L’agevolazione rivolta alle società benefit, seppur approvata dal decreto Rilancio, per considerarsi a tutti gli effetti operativa rimane in attesa del decreto attuativo del Ministero dello Sviluppo Economico in concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Tutto questo deve avvenire, come stabilisce la legge, entro 90 giorni dalla data di conversione del decreto.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dl Rilancio, approvato sconto del 50% sulle tasse: i destinatari