Cos’è la tassa tavolini e perché potrebbe sparire (provvisoriamente)

È prevista una sospensione del canone unico patrimoniale per esercenti e venditori ambulanti per il 2022

Tra gli emendamenti riformulati per la manovra e che hanno fatto trovare un’intesa tra maggioranza e Governo, ci dovrebbe essere uno stop al pagamento della “tassa sui tavolini” per i primi tre mesi del 2022. Si tratta del Cup, il canone unico patrimoniale, che ha sostituito Tosap o Cosap.

Manovra 2022, trovato l’accordo su diverse misure: quali sono

L’azzeramento del primo trimestre sembrerebbe dunque una certezza, che sarà finanziata, insieme alle altre misure che entreranno in manovra, con gli 82,5 milioni di euro di fondi stanziati.

Tra questi anche un fondo per i piccoli proprietari che hanno subito il blocco degli sfratti per l’emergenza Covid, la proroga del bonus rubinetti e nuove risorse destinate al bonus mobili prorogato per il 2022, come anticipato qui.

Manovra 2022, esenzione del Cup per il primo trimestre: cos’è

Il Cup è entrato in vigore il 1° Gennaio 2021. Il suo nome completo è canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria, che accorpa le vecchie tasse per gli esercenti.

Riunisce in una sola forma di prelievo tutte le entrate relative all’occupazione delle aree pubbliche e la diffusione di messaggi pubblicitari, nonché la concessione per l’occupazione dei mercati.

Riguarda dunque i proprietari di locali e attività commerciali che fanno uso di cartelloni pubblicitari e altre forme di promozione, o usano gli spazi esterni come i marciapiedi. Sono compresi anche i venditori ambulanti regolari.

Già durante le prime riaperture durante la pandemia di Covid erano state fatte delle esenzoni per gli esercenti delle attività di ristorazione e gli ambulanti relative alle occupazioni con tavolini e le occupazioni temporanee per le attività mercatali.

Manovra 2022, quando si avrà l’accordo sui nuovi emendamenti

I nuovi emendamenti alla legge di bilancio sarebbero dovuti essere oggetto di una seduta pomeridiana della Commissione Bilancio del Senato lunedì 20 dicembre.

Tuttavia le votazioni sono slittate e il via libera per le misure dovrebbe arrivare dopo una maratona che dovrebbe finire nella giornata del 21 dicembre. Il testo modificato dovrebbe arrivare invece in Aula giovedì 23 dicembre.

Vi abbiamo già parlato qui di tutti i cambiamenti che potrebbero entrare in manovra e che riguardano il Superbonus, la proroga di diverse agevolazioni e il taglio di alcune tasse e imposte, nonché nuovi fondi destinati alle auto elettriche, come spiegato qui.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cos’è la tassa tavolini e perché potrebbe sparire (provvisoria...