Cashback e Extra Cashback: quante transazioni servono e percentuali di rimborso

Il piano Cashback del Governo Conte offre la possibilità di ottenere un rimborso in denaro in base agli acquisti effettuati con pagamenti elettronici. Ecco come funziona

Il Cashback che parte ufficialmente in tutta Italia nel giorno dell’Immacolata, martedì 8 dicembre, è un particolare piano messo a punto dal Governo Conte e inserito nel Piano Italia Cashless introdotto dalla Legge di Bilancio 2020: offre la possibilità di ottenere un rimborso in denaro in base agli acquisti effettuati con pagamenti elettronici.

Il Cashback, come abbiamo approfondito qui, si applica solo agli acquisti fatti tramite dispositivi elettronici all’interno di negozi aderenti, cioè che si siano iscritti al programma.

4 periodi del piano Cashback

Il Cashback si articola in quattro periodi:

  • periodo sperimentale (Extra Cashback di Natale): dall’8 dicembre 2020 al 31 dicembre 2020
  • 1° semestre: dal 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021
  • 2° semestre: dal 1° luglio 2021 al 31 dicembre 2021
  • 3° semestre: dal 1° gennaio 2022 al 30 giugno 2022.

Cashback, come funzionano i due tipi di rimborsi

Ma come funziona il programma? Posto che sono ammessi solo alcuni tipi di pagamenti elettronici (qui trovate tutte le info), la partecipazione al Cashback prevede due tipologie di rimborso:

  • un rimborso in misura percentuale, il cosiddetto Cashback, per ogni transazione eseguita con uno strumento di pagamento elettronico registrato per l’adesione del programma. Questa tipologia di rimborso si suddivide a sua volta in due:
    – periodo sperimentale, cioè il cosiddetto Extra Cashback di Natale
    – tre semestri successivi, quello che potremmo definire Cashback “normale” (trovate qui tutte le info sulle date)
  • un rimborso speciale, il cosiddetto Super Cashback, di tipo forfettario, erogato sulla base di una graduatoria che tiene conto del numero di transazioni effettuate entro un dato periodo del programma, sempre con gli strumenti di pagamento elettronici registrati. Questa tipologia di rimborso non è prevista per il periodo sperimentale dell’Extra Cashback di Natale.

Al termine di ciascun periodo si conclude il conteggio delle transazioni che consentono di ottenere i relativi rimborsi. Ciò significa che il conteggio riparte da zero all’avvio del periodo successivo.

Per sapere come aderire al piano Cashback vi rimandiamo ai 4 passaggi necessari da compiere che abbiamo approfondito qui.

Cashback, quante transazioni e percentuali di rimborso

Riguardo al rimborso in misura percentuale, in base al periodo di riferimento, per accedervi bisogna effettuare un numero minimo di transazioni con gli strumenti di pagamento elettronici preventivamente registrati al programma:

  • nel periodo sperimentale (Extra Cashback di Natale) il numero minimo è di 10 transazioni
  • nei tre semestri successivi (Cashback “normale”) il numero minimo è di 50 transazioni.

Il rimborso è pari al 10% dell’importo di ogni transazione ed è calcolato sulla base del valore complessivo delle transazioni effettuate durante il periodo di riferimento.

Per le transazioni non è previsto un importo minimo, ma le transazioni di importo superiore a 150 euro concorrono al concorso fino all’importo massimo di 150 euro.

Per ogni singola transazione, quindi, il limite di rimborso ottenibile è pari a 15 euro. In ogni caso la quantificazione del rimborso è determinata su un valore complessivo delle transazioni mai superiore a 1.500 euro nel singolo periodo.

Un esempio

Come esemplificato sul sito ufficiale dell’app IO, ad esempio, se avete effettuato una transazione di 700 euro, questa spesa sarà considerata rilevante ai fini del calcolo del rimborso nel limite di 150, quindi al massimo vi darà diritto a un rimborso di 15, ossia il 10% di 150 euro.

Se, al termine del periodo di riferimento, avrete totalizzato oltre 50 transazioni che, tenuto conto dell’importo massimo di 150 euro, abbiano determinato un importo di spesa complessivo di 2.400 euro, questo importo sarà considerato utile ai fini del calcolo del rimborso nel limite di 1.500 euro. Pertanto, in questo caso, avrete diritto ad ottenere un rimborso pari a 150 euro, ossia il 10% di 1.500 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cashback e Extra Cashback: quante transazioni servono e percentuali di...