Cambia la tassa su occupazione suolo pubblico: canone su base oraria

A partire dal 2021 il canone che gli ambulanti pagano per l'occupazione del suolo pubblico si verserà su base oraria.

A partire dal 2021 il canone che gli ambulanti pagano per l’occupazione del suolo pubblico si verserà su base oraria.

Rispetto all’attuale formulazione contenuta nella bozza di Manovra, il canone sugli ambulanti sarà completamente riscritto prevedendo la possibilità di frazionare gli importi su base oraria fino a un massimo prestabilito che dovrebbe aggirarsi intorno alle 9-10 ore giornaliere. Al di sopra di tale soglia gli ambulanti non pagheranno più nulla.

Comuni e città metropolitane potranno prevedere esenzioni e riduzioni del canone fino ad azzerarlo.

È quanto concordato tra il viceministro all’economia, Laura Castelli, e i rappresentanti delle associazioni di categoria degli ambulanti (Anva Confesercenti e Fiva Confcommercio) nel corso dell’incontro sulle modifiche da apportare alla norma (art.97) del disegno di legge di Bilancio che istituisce dal 2021 il nuovo tributo sostitutivo dell’attuale tassazione sull’occupazione di aree e spazi pubblici.

Previsto un abbattimento tra il 30 e il 40% degli importi pagati dagli operatori dei mercati.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cambia la tassa su occupazione suolo pubblico: canone su base ora...