Bonus affitti 2021, nuove indicazioni per il calcolo

Nuove indicazioni AE finalizzate alla determinazione della percentuale per il calcolo del contributo a fondo perduto per la riduzione del canone di locazione, il cd. "bonus affitti"

Con il provvedimento n. 291082 del 27 ottobre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha fornito nuove indicazioni per il calcolo del cd. “bonus affitti”, finalizzate alla determinazione della percentuale del contributo a fondo perduto per la riduzione del canone di locazione, introdotto in piena emergenza sanitaria dal decreto Sostegni bis.

Cos’è e a chi spetta il bonus affitti 2021

Il decreto-legge n. 137 del 28 ottobre 2020, il cd. Sostegni bis (qui tutte le misure), ha introdotto il cd. bonus affitti, un contributo a fondo perduto fino al 50 per cento della riduzione del canone di locazione spettante al locatore di immobile ad uso abitativo, entro il limite massimo di 1.200 euro.

Il bonus affitti, nello specifico, viene riconosciuto a condizione che l’immobile per cui si richiede risulti:

  • ubicato in un comune ad alta tensione abitativa;
  • abitazione principale del locatario.

Con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate prot. 180139 del 6 luglio 2021 sono state poi definite le modalità applicative per il riconoscimento del suddetto contributo, anche ai fini del rispetto del limite di spesa complessivo di 100 milioni di euro previsti per il finanziamento della misura.

Successivamente al 6 settembre 2021, data di chiusura del canale telematico per la presentazione delle istanze, l’Agenzia ha messo a disposizione del soggetto richiedente, nell’area riservata del sito internet, l’importo teorico massimo del contributo calcolato rispetto al numero totale delle istanze che hanno ottenuto la prima ricevuta di presa in carico, rimandando ad un conseguente provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate il riparto degli stessi.

Bonus affitti 2021, gli importi spettanti

Ma quali sono, quindi, gli importi spettanti a chi ha richiesto e ottenuto il bonus affitti 2021? Come confermato dall’ultimo provvedimento dell’Agenzia delle Entrate, considerato che l’importo complessivo dei contributi richiesti è stato inferiore alle risorse finanziarie disponibili, l’Amministrazione finanziaria ha stabilito che a ciascun beneficiario sarà erogato il 100 per cento del contributo a fondo perduto, pari cioè all’intero ammontare spettante (determinato ai sensi del punto 4.3 del citato provvedimento del 6 luglio 2021).

Nello specifico, successivamente al 31 dicembre 2021, l’Agenzia si occuperà di effettuare l’elaborazione delle istanze che hanno ottenuto la prima ricevuta di presa in carico, per le quali non sia stata presentata istanza di rinuncia dopo la data del 6 settembre 2021. Dopo aver controllato la coerenza dei dati in esse indicati rispetto ai contratti di locazione e alle relative rinegoziazioni risultanti al sistema dell’Anagrafe Tributaria, per ciascuna istanza determinerà l’effettivo contributo spettante, non considerando eventuali contratti di locazione terminati prima dell’efficacia della rinegoziazione programmata o eventuali rinegoziazioni non comunicate o comunicate con dati diversi da quelli indicati nell’istanza.

Inoltre, se un contratto di locazione è cessato anticipatamente nel corso dell’anno 2021, saranno considerate le sole mensilità di canone rinegoziato che hanno esplicato effetto fino alla data di risoluzione del contratto.

L’erogazione del contributo è effettuata mediante accredito sul conto corrente identificato dall’IBAN indicato nell’Istanza, intestato al codice fiscale del soggetto locatore, persona fisica ovvero persona diversa dalla persona fisica, che ha richiesto il contributo. Anche al fine di evitare storni e anomalie nella fase di pagamento del contributo, l’Agenzia verifica che il conto sul quale erogare il bonifico, identificato dal relativo codice IBAN, sia intestato o cointestato al codice fiscale del locatore. La predetta verifica è effettuata mediante un servizio realizzato da PagoPa S.p.A (per sapere cos’è e come funziona clicca qui).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bonus affitti 2021, nuove indicazioni per il calcolo