Tasse, occhio alle scadenze fiscali di ottobre. Ultima chiamata Partite Iva

Ottobre è un mese pieno di appuntamenti fiscali, in particolare per le partite Iva. Il 17 la data da cerchiare in rosso.

Col mese di ottobre si apre un calendario fiscale particolaremente serrato, in particolare – ma non solo – per le Partite Iva. Il primo appuntamento cade il 10 ottobre, con il termine ultimo per il versamento dei contributi per colf e badanti.

L’adempimento è su base trimestrale, quindi vanno versati (online o tramite il bollettino di PagoPA) i contributi di luglio, agosto e settembre.

A metà mese, il 15 ottobre, c’è la scadenza per gli adempimenti contabili dei soggetti Iva, delle associazioni come Asd e pro-loco e degli esercenti commercio al minuto non obbligati alla trasmissione telematica.

Partite Iva

Il 17 ottobre è da cerchiare in rosso sul calendario delle scadenze fiscali per le partite Iva: è il termine ultimo per pagare la quinta rata delle imposte sui redditi (Irpef, addizionali, cedolare secca, Ires, Iva, ritenute alla fonte e imposte sostitutive dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali) e anche per la comunicazione della cessione del credito. Per quest’ultimo adempimento la scadenza in realtà è il 15 ottobre, ma cadendo di sabato il termine ultimo slitta a lunedì 17.

730 integrativo

Chi ha inviato il modello 730 e ha riscontrato errori, invece, ha tempo fino al 25 ottobre per inviare il 730 integrativo all’Agenzia delle Entrate, tramite Caf o professionista abilitato. Entro il 25 ottobre gli operatori intracomunitari devono inviare gli elenchi Intrastat.