Tasse e contributi con scadenza 31 maggio, rinvio al 16 settembre

C'è anche l'annuncio del ministro Gualtieri sullo slittamento

Tasse e contributi in scadenza il 31 maggio, sospesi per l’emergenza Covid, slittano al 16 settembre. Lo ha annunciato il ministro dell’Economia Gualtieri.

Entro il 16 settembre, dunque andranno assolti tutti gli impegni tributari sospesi nei mesi di marzo, aprile e maggio. Compresi il saldo per tutti gli “avvisi bonari”, le cartelle esattoriali e gli accertamenti in scadenza dal 2 marzo scorso.

I versamenti, secondo le indiscrezioni sull’articolato di legge in procinto di essere varato, dovrebbero poter essere effettuati anche con quattro rate di pari importo con scadenza ultima il 16 dicembre.

Per l’ufficialità dello slittamento, in ogni caso, occorrerà aspettare il testo definitivo del sospirato decreto maggio, peraltro a rischio spacchettamento.

A giugno, poi, l’Agenzia delle Entrate si prepara a notificare qualcosa come 30 milioni di atti di accertamento e cartelle esattoriali fino alla fine dell’anno.

Per evitare l’ingorgo fiscale, suggerisce il Sole 24 Ore, l’orientamento potrebbe essere quello di far slittare gli atti di notifica a gennaio 2021.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tasse e contributi con scadenza 31 maggio, rinvio al 16 settembre