Rimborso delle accise sul gasolio: chi ne ha il diritto

Sono gli autotrasportatori, i beneficiari del rimborso delle accise sul gasolio: ecco quali caratteristiche devono avere per poter rientrare nell'agevolazione.

L’accisa sui carburanti è una tassazione presente in molti Paesi, specialmente i non produttori. Una tassazione giustificata dall’inquinamento che i carburanti producono, e dalla spesa che gli enti pubblici devono sostenere per ridurre l’impatto ambientale dei medesimi. In Italia, in particolare, l’accisa sull’acquisto dei carburanti è stata negli anni “giustificata” da diversi fattori, che vanno oltre la questione ambientale (green tax): le emergenze di cassa dello Stato, la volontà di limitare le importazioni e la dipendenza da fonti energetiche di altri Paesi.

Tuttavia, è possibile usufruire del rimborso delle accise, presentando all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli competente per territorio un’apposita istanza, ad una condizione: si deve trattare di gasolio per autotrazione, e l’impresa richiedente deve possedere autocarri oppure motrici con rimorchio o con semirimorchio che siano in classe Euro 3 e seguenti, e che abbiano una massa a pieno carico uguale o superiore alle 7.5 tonnellate. Quale sarà il rimborso? 0,21418 euro per litro di gasolio.

Per ottenere il rimborso delle accise sul gasolio, è fondamentale che – ad esercitare l’attività di trasporto – siano state persone fisiche o giuridiche iscritte nell’albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto terzi oppure munite della licenza di autotrasporto di cose in conto proprio e iscritte nell’elenco appositamente istituito, e le imprese stabilite negli Stati membri dell’Unione Europea per l’esercizio della professione di trasportare merci su strada. E, ancora: enti pubblici o imprese pubbliche locali esercenti l’attività di trasporto, imprese esercenti autoservizi interregionali di competenza statale oppure regionale o locale, imprese esercenti autoservizi regolari in ambito comunitario e gli enti pubblici e le imprese esercenti trasporti a fine di servizio pubblico.

Sebbene per tutto il 2017 ci siano state numerose agitazioni in merito a possibili tagli al settore degli autotrasporti nel 2018 (come già era avvenuto nel 2015, quando sono stati esclusi dal beneficio del rimborso delle accise sul gasolio i veicoli Euro 0, seguiti nel 2016 dagli Euro 1 e dagli Euro 2), quello che si temeva non è avvenuto: a beneficiare del rimborso continuano ad essere anche gli Euro 3. Veicoli, che insieme a quelli delle classi successive, possono chiedere il rimborso anche per gli anni 2016 e 2017.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rimborso delle accise sul gasolio: chi ne ha il diritto