Modello 730 precompilato o “classico”: i documenti da esibire

L'appuntamento con la dichiarazione dei redditi si avvicina, è bene cominciare fin d'ora a raccogliere le "carte". Ecco un'utile check-list riepilogativa dei documenti da presentare

Fisco 7Le scadenze fiscali importanti stanno per arrivare. Prima tra tutte, la dichiarazione dei redditi per dipendenti e pensionati, cioè il Modello 730. E’ bene dunque cominciare fin d’ora a raccogliere le “carte”. Un’incombenza faticosa se non abbiamo l’abitudine di conservare con ordine i documenti, ma un passo fondamentale per arrivare all’appuntamento con il fisco con tutto ciò che serve.

Per il modello 730/2016, sia che si richieda l’assistenza per la compilazione sia che si voglia procedere con il modello precompilato, è necessario esibire documenti specifici. Ecco qui di seguito il riepilogo.

Documenti indispensabili per tutti i contribuenti

  • copia del proprio codice fiscale, del coniuge e/o dei familiari a carico e relativi documenti di identità
  • copia della dichiarazione Unico o del modello 730 dell’anno precedente
  • ultima busta paga del 2016 in possesso al momento della compilazione del modello 730/2016
  • eventuali deleghe di pagamento degli acconti Irpef (modelli di pagamento F24)
  • certificazione unica (modello CU 2016)
  • certificazioni di indennità o delle somme erogate da Enti (INPS, INAIL, Casse edili, ecc.) non segnalate al proprio sostituto d’imposta per il conguaglio
  • documentazione relativa ad altri redditi posseduti (dividendi su utili, collaborazioni, prestazioni occasionali, ecc.) e documenti relativi a immobili e attività finanziarie detenute all’estero.

Documenti per chi possiede fabbricati o terreni

  • atto di vendita o di acquisto di terreni e/o fabbricati effettuati nel 2015 e nei primi mesi del 2016
  • visura catastale aggiornata di terreni e fabbricati in caso di variazioni intervenute a seguito di compravendita e denuncia di successione completa di voltura in caso di eredità
  • contratti di affitto per i locatori che hanno concesso in locazione gli immobili
  • deleghe di versamento dell’acconto e del saldo IMU (modelli di pagamento F24).

Spese detraibili e deducibili dalla dichiarazione dei redditi

  • spese sanitarie detraibili con prescrizione medica, scontrini farmacia, ricevute per visite specialistiche, acquisto di medicinali e protesi, ricevute per esami di laboratorio, cure mediche dentistiche e omeopatiche, prestazioni di medico generico, ricevute e fatture relative a ricoveri, degenze e interventi chirurgici, ticket per analisi e radiografie, fatture per acquisto di occhiali e lenti da vista, ricevute per apparecchi per l’udito, ricevute di spese per patologie esenti, attrezzature sanitarie, ricevute e fatture per spese sostenute per portatori di handicap, veicoli per portatori di handicap, assistenza sanitaria, spese di acquisto di cani guida, ricevute e fatture per spese mediche rateizzate in anni precedenti
  • interessi passivi di mutui ipotecari per abitazione principale, interessi passivi su mutui per altri immobili, interessi passivi su mutui per recupero edilizio
  • spese per interventi di recupero edilizio sostenuti in proprio e interventi finalizzati al risparmio energetico (bonifici, fatture, comunicazione ASL, ecc.) e spese per interventi su involucro edifici, sostituzione impianti di climatizzazione, pannelli solari, spese per sostituzione frigoriferi, congelatori e motori ad elevata efficienza e variatori di velocità
  • assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni e assicurazioni aventi ad oggetto il rischio di morte, di invalidità permanente (anche in questo caso allegare quietanze e contratto oppure dichiarazione rilasciata dall’assicurazione della detraibilità del premio pagato)
  • contributi volontari, contributi obbligatori e contributi relativi a personale domestico (colf) e contributi INAIL casalinghe, fondi pensione integrativi
  • assegni periodici corrisposti al coniuge esclusa la quota di mantenimento per i figli e assegni di mantenimento
  • ricevute di versamento di tasse scolastiche scuola secondaria e universitaria e spese sostenute per locazioni per studenti fuori sede e per locazioni di cui alla Legge 431/98
  • ricevute e spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale nei casi di non autosufficienza
  • ricevute di versamento per erogazioni liberali ad associazioni sportive dilettantistiche, per erogazioni a vari enti, istituzioni o associazioni, a partiti politici ed enti religiosi
  • ricevute per spese veterinarie e per spese sostenute per la frequenza di asili nido, spese funebri per familiari
  • scelta del 5 per mille, dell’8 per mille, del 2 per mille ai partiti politici e alle associazioni culturali.

Anche quest’anno l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei contribuenti il modello 730 precompilato e questi ultimi potranno presentare il modello direttamente tramite il sito internet dell’Agenzia delle Entrate oppure tramite CAF o professionista abilitato. Il contribuente, quindi, al momento della consegna dei documenti, deve specificare la volontà di delegare o non delegare il CAF o il professionista abilitato ad accedere alla propria dichiarazione precompilata.

Antonino Salvaggio – Centro Studi CGN

LEGGI ANCHE

Modello 730 precompilato o “classico”: i documenti da ...