Le misure per gli immobili contenute nella nuova Legge di Bilancio

Ecco le disposizioni fiscali principali approvate dal Governo per il settore immobiliare

La nuova Legge d Bilancio è ormai realtà e le novità fiscali previste per il 2019 sono tante, anche per quanto riguarda il settore immobiliare.

Il primo impegno del Governo, come sappiamo, riguarda il congelamento degli aumenti IVA che dovevano scattare dal 1° gennaio 2019, le cui aliquote resteranno invece invariate.

Le altre disposizioni e le misure pubblicate in Gazzetta Ufficiale per quanto riguarda gli immobili riguardano principalmente le soglie di deducibilità degli immobili strumentali per le quali vengono innalzate dal 20% al 40% le percentuali di deducibilità dalle imposte sui redditi dell’Imu relative a tali beni.

Si introduce, inoltre, una cedolare secca con aliquota al 21% anche per gli immobili commerciali locati e diventa operativa anche l’estensione della disciplina sull’estromissione agevolata dei beni immobili strumentali dal patrimonio d’impresa.

Restano, invece, invariate, le detrazioni previste per il recupero edilizio, il risparmio energetico e l’acquisto di mobili ed elettrodomestici. Anche nel 2019, infatti, le agevolazioni fiscali per le spese sostenute in questi ambiti saranno le medesime dell’anno appena passato.

Per gli interventi di efficienza energetica, a seconda del caso specifico, si potrà godere delle medesime percentuali di deducibilità (50%, 65%, 70%, 75%, 80%, 85%), così come per il recupero edilizio (50%) e per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici ad alta efficienza energetica (50%).

Confermato anche il bonus verde, ovvero la detrazione Irpef del 36% per gli interventi di riqualificazione del verde domestico.

Cedolare secca anche per gli immobili commerciali

La manovra economica estende, di fatto, la cosiddetta ‘cedolare secca’ anche ai canoni di affitto relativi a locali commerciali e capannoni. La ‘flat tax’ per le locazioni di questo tipo prevederà una cedolare fissa con aliquota al 21% applicata a tutti i nuovi contratti di affitto stipulati nel 2019 e relativi ad immobili commerciali rientranti nella categoria catastale C/1 (fino a 600 mq di superficie, escluse le pertinenze).

Nuove disposizioni per le imprese immobiliari

Novità in arrivo anche per quanto concerne la fiscalità delle imprese immobiliari. In particolare, gli interessi passivi per le società che operano nel settore immobiliare non saranno applicati agli interessi riguardanti i finanziamenti garantiti da ipoteche gravanti su immobili destinati alla locazione. Questo si tradurrà, dunque, in un superamento dei limiti e delle norme di deducibilità previste dal TUIR.

Beni immobili strumentali

Un’altra novità riguarda la disciplina dell’estromissione agevolata dei beni immobili strumentali che viene estesa al novero delle esclusioni dal patrimonio dell’impresa dei beni posseduti al 31 ottobre 2018, effettuate dal 1° gennaio al 31 maggio 2019. I versamenti rateali dell’imposta sostitutiva dell’8% dovranno essere eseguiti entro il 30 novembre 2019 e il 16 giugno 2020.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le misure per gli immobili contenute nella nuova Legge di Bilanci...