Mense scolastiche, caos detrazioni: il tetto massimo non copre tutta la spesa

Il tetto massimo è troppo basso e non copre neanche la metà di quanto realmente speso dalle famiglie

Per la prima volta, nella dichiarazione dei redditi 2016 sarà possibile detrarre quanto pagato per la mensa scolastica dei figli nella scuola dell’infanzia, nella scuola primaria e nella secondaria. Lo ha chiarito la circolare numero 3/E del 2 marzo 2016 dell’Agenzia delle Entrate, che ha incluso tra le spese di istruzione detraibili anche quelle sostenute per la mensa scolastica.

La spesa per la refezione, nei Comuni dove è garantita la mensa non è di poco conto per chi ha figli in età scolare: la tariffa media italiana è di 5 euro al giorno che, se moltiplicati per i 200 giorni di calendario scolastico raggiunge una spesa di 1000 euro. Allo stesso modo sono detraibili anche le tasse di iscrizione e di frequenza scolastica non solo per le scuole private e paritarie.

LIMITE DI SPESA – Le nuove detrazioni si applicano a partire dall’anno d’imposta 2015 nel limite massimo di spesa di 400 euro per ogni alunno. Ed è proprio qui che sorgono le perplessità: il limite massimo di spesa detraibile sarebbe troppo basso e non coprirebbe neanche la metà di quanto realmente speso dalle famiglie.

SERVIZIO OBBLIGATORIO – Anche è dichiarata come un servizio a “richiesta”, sia per quel che riguarda le classe modulari con 1, 2 o 3 rientri settimanali, che per quel che riguarda le classi a tempo pieno, alla fine la mensa è un servizio obbligatorio. L’unica alternativa sarebbe quella di prelevare dalla scuola i bambini nel momento della mensa, farli mangiare a casa e, poi riaccompagnarli a scuola. Ma se, come molto spesso sottolineato, anche il momento della mensa è un momento che rientra nel piano educativo, sembra diventare un servizio più obbligatorio che a richiesta e limitare il tetto della spesa detraibili a 400 euro per famiglia, rappresenta sicuramente una compensazione esigua per le spese realmente sostenute per il servizio mensa.

Leggi anche:
Fisco: detraibili anche le spese per la mensa scolastica
Modello 730 precompilato: cosa cambia nella dichiarazione 2016
CU 2016, la nuova Certificazione Unica dei redditi. Il modello
Modello 730/2016, spese mediche detraibili: quali sono e come si dimostrano
Redditi 2016: ecco quando ariverranno i rimborsi 730
Modello 730/2016: nuovi controlli e rimborsi over 4.000 euro
Detrazioni spese sportive nel 730: requisiti e documenti richiesti
Scuola, ristrutturazioni e lutti: detrazioni più facili nel nuovo 730

 

Mense scolastiche, caos detrazioni: il tetto massimo non copre tutta la spesa
Mense scolastiche, caos detrazioni: il tetto massimo non copre tutta l...