Manovra, abolita Flat Tax per redditi tra 65 e 100 mila euro. Spunta il “bonus facciate”

Credito fiscale del 90% per chi rifà nel 2020 la facciata di casa o del condominio, in centro storico o periferia, nelle grandi città o nei piccoli comuni

Con la manovra giallorossa salta la flat tax per professionisti e partite Iva con redditi compresi tra 65.000 e 100mila euro che sarebbe dovuta scattare dal prossimo anno in base alla legge di bilancio 2019 targata da Lega- 5 Stelle, nel corso della precedente esperienza di Governo ormai archiviata. Lo si legge nel Dpb inviato all’Ue.

Sono stati poi “rivisti i parametri del regime dei minimi con limiti di spese personale 20.000 euro, limite di beni strumentali 20.000 euro, regime analitico determinazione del reddito, regime premiale fatturazione elettronica, con esclusione se il reddito è superiore a 30.000 euro”.

Nel frattempo, il Premier Conte esprime soddisfazione per il risultato finale: È una manovra espansiva, ci sono più soldi per i lavoratori”. Con queste parole il Presidente del Consiglio in un’intervista al Tg1 ha descritto i contenuti della prossima manovra economica. Centrale il tema dell’evasione fiscale: “Non vogliamo criminalizzare nessuna categoria ma semplicemente incentivare l’utilizzo della moneta elettronica”.

“Ho parlato di un patto con i cittadini onesti, vogliamo dire a tutti che essere onesti conviene”, ha affermato ancora Conte che ha concluso:  “In un quadro d’insieme di finanza pubblica complesso, siamo riusciti a evitare l’incremento dell’Iva e, contemporaneamente, potendo disporre di risorse finanziarie aggiuntive manifestate nelle ultime settimane, siamo riusciti a costruire una manovra che realizza vari punti di programma del governo”  . 

Spunta IL “BONUS FACCIATE” – Arriva, a sorpresa, anche un aiuto fiscale per il maquillage di palazzi e condomini. Esulta su Twitter il ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, che  scrive: “Nella legge di bilancio una norma coraggiosa che renderà più belle le città italiane. Con il #bonusfacciate un credito fiscale del 90% per chi rifà nel 2020 la facciata di casa o del condominio, in centro storico o periferia, nelle grandi città o nei piccoli comuni”. La proposta trae ispirazione da una famosa legge francese degli anni sessanta, la cosiddetta Loi Malraux, che ha cambiato l’immagine di molte città della Francia. 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Manovra, abolita Flat Tax per redditi tra 65 e 100 mila euro. Spunta i...