Lotta all’evasione, ipotesi carcere e confisca oltre 100mila euro

Il ministro Bonafede presenta il pacchetto anti evasori: oltre la soglia di 100mila euro scatteranno il carcere e la confisca

Oltre la soglia di 100mila euro di evasione fiscale scatteranno il carcere e la confisca. È sostanzialmente pronto il pacchetto che riguarda il carcere per gli evasori: il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, sta lavorando al dettaglio delle norme che saranno definite in un nuovo incontro con la maggioranza di governo.

Si lavora alla definizione della soglia per la quale scatterà il carcere, che si dovrebbe attestare, a quanto si apprende da fonti del ministero, a 100mila euro per il reato più grave, la dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti.

“Ancora non sappiamo se entrerà tutto nel decreto fiscale. Potrebbe infatti entrare anche nell’emendamento e quindi in corsa, in sede di conversione. Al di là di questo l’importante è che abbiamo il pacchetto sul carcere e la confisca per sproporzione per i grandi evasori“.

Per Bonafede è l’ultima tappa di un percorso già ben avviato anche in maggioranza. “Il messaggio – ha spiegato ancora il ministro – è che si deve avere rispetto per le persone oneste. La stragrande maggioranza degli italiani paga le tasse onestamente e per pagarle di meno dobbiamo pagarle tutti”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lotta all’evasione, ipotesi carcere e confisca oltre 100mila&nbs...