Flat tax, stop ai furbetti: arriva la norma anti-abusi

Lo prevede un emendamento alla manovra, per evitare abusi nell’accesso al nuovo regime forfetario dei minimi per le partite Iva fino a 65mila euro

Il governo ha depositato in commissione Bilancio della Camera un pacchetto di 58 emendamenti alla manovra. Tante le novità in arrivo, tra cui la norma contro i furbetti della flat tax (la tassa al 15% per le partite Iva sotto i 65.000 euro).

La norma riguarda i cosidetti furbetti della flat tax e introduce paletti per evitare abusi come licenziamenti o uscite strumentali dal mondo del lavoro con l’obiettivo di ridursi il carico fiscale e poter accedere alla nuova flat tax al 15%, che appunto viene riconosciuta alle partite Iva con ricavi o compensi fino a 65mila euro.

COSA CAMBIA – La flat tax al 15% alle partite Iva non viene riconosciuta alle “persone fisiche nei casi in cui l’attività sia esercitata prevalentemente nei confronti di datori di lavoro” con i quali il soggetto lavora o ha lavorato “nei due anni d’imposta precedenti”.

Il blocco riguarda anche i rapporti di lavoro che erano o sono intrattenuti nei confronti di soggetti “direttamente o indirettamente riconducibili” al vecchio datore di lavoro.

Flat tax, stop ai furbetti: arriva la norma anti-abusi