Fisco, rottamazione e semplificazione: doppio binario del Governo

Per dribblare la crisi e dare slancio alla ripresa. "Alleggerire il fisco, soprattutto in questo momento, è fondamentale per favorire la ripresa"

Alleggerire il fisco, soprattutto in questo momento, è fondamentale per favorire la ripresa”. È quanto ha scritto sulla sua pagina Facebook la viceministra dell’Economia Laura Castelli che apre la strada a nuove agevolazioni fiscali per imprese e partite IVA. Due infatti le direttrici su cui sta lavorando il MEF secondo quanto ha indicato la ministra.

Nella prima – “per ridimensionare la crisi e le difficoltà che hanno imprese e autonomi” – la viceministra guarda alla ripartenza delle rateizzazioni decadute, con la sospensione della rottamazione “ter”, un saldo e stralcio e l’apertura all’introduzione di una rottamazione “quater”.

Un’ulteriore misura a cui si lavora negli uffici di via XX settembre, inoltre, è quella di “una riforma della riscossione che stralci le vecchie cartelle che non sono più riscuotibili”.

Interventi che potrebbero essere contenuti già all’interno del prossimo decreto Ristori-quater che servirà al Governo per rinviare le tasse di fine anno, tra cui gli acconti di fine novembre (Irpef, Ires e Irap) e i pagamenti di Iva, ritenute e addizionali del 16 dicembre e l’acconto dell’Iva annuale dovuto entro il 27 dicembre.

Su sospensione delle rate della rottamazione e del saldo stralcio però c’è ancora aperto un confronto soprattutto in merito alla necessità di trovare le coperture adatte per coprire il mancato incasso per le casse dello Stato, in particolare per l’agente pubblico della riscossione.

La seconda direttrice su cui si lavora al MEF è quella della riduzione della pressione fiscale degli autonomi. “Interverremo attraverso meccanismi di semplificazione e accordi tra Imprese e Fisco, capaci di ridare slancio alla colonna vertebrale di questo paese che è fatta di PMI. Ma anche abolendo tutte quelle piccole tasse che infastidiscono solo i cittadini e non portano nulla”, ha scritto la ministra Castelli.

Risulta accolta, inoltre, la proposta avanzata dal direttore dell’Agenzia delle Entrate alcuni mesi fa riguardo una riforma che passi anche dalla realizzazione di Testi unici, “che mettano ordine tra le centinaia, quasi migliaia, di norme”, scrive Castelli.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fisco, rottamazione e semplificazione: doppio binario del Governo