Fisco: 7 miliardi di tasse locali in più in due anni. L’allarme della Uil

Da addizionali, tasi e rifiuti 49 miliardi nel 2015, erano 42 nel 2013

Le imposte e tasse locali pagate dai cittadini tra il 2013 ed il 2015 sono aumentate di 7 miliardi di euro (il 16,7% in più), di questi 2,5 miliardi rappresentano l’incremento tra il 2014 e il 2015 (+5,5%).

E’ quanto calcola uno studio del Servizio Politiche Territoriali della Uil. In valori assoluti tra addizionali regionali e comunali IRPEF, IMU, TASI, Tariffa Rifiuti, nel 2015 l’incasso è stato di oltre 49 miliardi di euro a fronte dei 42 miliardi 2013, passando per i 46,5 miliardi del 2014.

Le tasse locali, per una famiglia tipo che lo scorso anno ha pagato 1.969 euro per questi tributi, sono mediamente aumentate di 308 euro tra il 2013 e il 2015. Il riferimento è ad una famiglia con un solo reddito da 24 mila euro, una casa di 80 metri quadrati e una piccola seconda casa ereditata (o un magazzino).

In particolare, per l’Imu/Tasi per immobili diversi dalla prima casa, l’esborso medio è stato di 937 euro (+72 euro in 2 anni), con punte di 1.386 euro a Roma, 1.220 a Milano e 1.154 a Bologna. Per la Tasi sulla prima casa l’esborso medio è stato di 191 euro medi pro capite.

Leggi anche:
Ricevute di pagamento di Imu, Tasi e Tari: per quanto tempo conservarle?
Irpef: ecco scaglioni e aliquote 2015/2016
Modello 730 precompilato: cosa cambia nella dichiarazione 2016

Fisco: 7 miliardi di tasse locali in più in due anni. L’allarme...