Fatture elettroniche: come accedere al servizio consultazione online

Fino al 31 ottobre adesioni online al servizio di consultazione fatture elettroniche dell'Agenzia delle Entrate: procedure diverse per Partite IVA, intermediari, consumatori finali con solo codice fiscale

Dal primo luglio 2019 è possibile aderire al servizio web dell’Agenzia delle Entrate per la consultazione e l’acquisizione (download) delle proprie fatture elettroniche. Il sito delle piccole-medie imprese pmi.it ne ha evidenziato le linee guida.

Sono previste modalità differenti per le Partite IVA e i Codici Fiscali:

  • nel primo la procedura è disponibile presso apposita sezione del portale generale Fatture e Corrispettivi,
  • nel secondo nell’area riservata del portale dell’Agenzia delle Entrate nella quale è anche disponibile la dichiarazione precompilata.

In entrambi i casi, bisogna esprimere l’opzione entro il 31 ottobre. Dal primo novembre, infatti, il servizio sarà a regime per tutti. Per le Partite IVA il servizio parte dal giorno dopo l’adesione, per i consumatori finali dal primo novembre.

L’adesione (entro i termini previsti) comporta la possibilità di visionare le fatture elettroniche trasmesse da gennaio 2019 (entrata in vigore dell’obbligo di fattura elettronica). Anche dopo il 31 ottobre sarà comunque possibile aderire al servizio, ma in questo caso si potranno consultare solo le fatture emesse successivamente all’esercizio dell’opzione (non l’intero archivio a partire dal gennaio 2019).

Entro fine 2019 l’Agenzia delle Entrate provvederà alla cancellazione di tutti i file relativi alle fatture di coloro che non hanno aderito al servizio.

Partite IVA
I contribuenti che hanno Partita IVA, con l’adesione al servizio possono consultare e scaricare tutte le fatture emesse e ricevute.

Per aderire, bisogna visitare il portale Fatture e Corrispettivi entrando con le proprie credenziali (SPID, Fisconline o Entratel, CNS) e selezionare un’utenza di lavoro (chi accede con un codice fiscale a cui è associata una sola partita IVA, selezionerà “me stesso”). Quindi, si procede con l’adesione. L’operazione può essere anche eseguita attraverso un intermediario e, tramite servizio dedicato, si può effettuare anche un’adesione massiva per diversi clienti.

Codici fiscali
I contribuenti senza partita IVA devono esprimere l’adesione accedendo alla stessa area riservata da cui consultano la propria dichiarazione precompilata. In questo caso, non è possibile rivolgersi a un intermediario.

La procedura è semplice: si clicca sul pulsante “accedi” relativo alla fatturazione elettronica e poi si esprime l’adesione.

Questa operazione si è resa necessaria dopo i rilievi del Garante Privacy sulla fatturazione elettronica (inizialmente il Fisco aveva previsto l’accesso al servizio senza bisogno di adesione).

Ci sono poi stati diversi slittamenti (inizialmente era previsto che si potesse esprimere l’adesione a partire dal 3 maggio), alla fine il servizio è effettivamente partito il primo luglio.

L’opzione è revocabile, quindi il contribuente anche dopo aver aderito al servizio può recedere: in questo caso le fatture non saranno più disponibili dal giorno successivo.

Fatture elettroniche: come accedere al servizio consultazione onl...