PROMO

Equitalia bussa alla porta dei clienti dei contribuenti morosi

Se il contribuente non paga la cartella esattoriale di Equitalia, a pagare al suo posto potrebbero essere i suoi clienti

Fisco 7Se il contribuente non paga in prima persona i debiti con Equitalia, a pagare al suo posto potrebbero essere i suoi clienti. L’agente della riscossione, infatti, tramite PEC, sta chiedendo ai clienti dei debitori che hanno ricevuto cartelle di pagamento o atti di accertamento esecutivi di versare le somme dovute direttamente a Equitalia invece che ai creditori.

Tale procedura, definita pignoramento presso terzi dei crediti:

  • ha come obiettivo quelli di recuperare crediti che sarebbero altrimenti difficili da riscuotere;
  • consente di recuperare i crediti tramite l’ordine di pagamento proveniente direttamente da Equitalia, nel caso in cui il debitore sia allo stesso tempo creditore verso altri soggetti.

La procedura di pignoramento presso terzi può scattare solo se sono trascorsi:

  • 60 giorni dalla notifica della cartella di pagamento;
  • 90 giorni dalla notifica dell’avviso di accertamento;
  • 5 giorni dalla notifica dell’avviso di mora.

Equitalia individua i creditori attraverso due modalità:

  • raccogliendo informazioni su eventuali crediti vantati nei confronti di clienti attraverso l’accesso in azienda o mediante l’utilizzo di questionari da sottoporre ai clienti del contribuente moroso;
  • ricostruendo il quadro dei rapporti commerciali dall’anagrafe tributaria.

I terzi che ricevono l’atto di pignoramento hanno 60 giorni di tempo per pagare le somme per le quali è già maturato il diritto alla percezione da parte del debitore; le somme restanti devono essere pagate alle rispettive scadenze ordinarie. Se non è dovuto alcun pagamento, i terzi dovranno comunque inviare una dichiarazione a Equitalia, sempre entro 60 giorni.

Nel caso in cui, prima dell’atto di pignoramento, i terzi non abbiano ricevuto la notifica della cartella di pagamento, dell’avviso di accertamento o dell’avviso di mora, potranno impugnare l’atto di pignoramento.

Il debitore può comunque chiedere una dilazione del pagamento, che blocca e fa decadere automaticamente il pignoramento.

Giovanni Fanni – Centro Studi CGN

Leggi anche:
Fisco: per pagare le tasse lavoriamo un mese in più degli inglesi
Equitalia addio? Verrà assorbita dall’Agenzia delle Entrate
Equitalia: entro il 2017 arriva la sanatoria
Equitalia pignora i piccoli e ignora i grandi evasori
Pignoramenti: ecco cosa può portarti via Equitalia e cosa no
Equitalia: come pagare avvisi e cartelle. La guida

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Equitalia bussa alla porta dei clienti dei contribuenti morosi