Dl Sostegno: nuovi contributi a fondo perduto con autocertificazione

I ristori questa volta supereranno la logica dei codici Ateco, ampliando così la platea degli indennizzi. Inoltre servirà un calo del fatturato del 33% su base annuale

Arrivano le prime indicazioni sul decreto Sostegno che raccoglie il testimone dei precedenti decreti Ristori ed è in fase di ultimazione presso il ministero dell’Economia. Il decreto conta su una dote economica di oltre 23 miliardi di euro e oltre agli interventi di indennizzo conterrà anche misure in materia di lavoro.

Tante le novità previste: cambieranno le modalità di calcolo per l’erogazione dei contributi a fondo perduto, sarà richiesta una nuova autocertificazione per i sostegni alle partite Iva, e verrà superato il criterio della selezione tramite codice Ateco.

Dl sostegno, novità per i contributi a fondo perduto

I nuovi ristori per le attività economiche danneggiate dall’emergenza Covid saranno erogati prendendo come parametro il calo del fatturato del 33% su base annuale, confrontando i dati del 2020 rispetto al 2019.

Inoltre non seguiranno più il criterio dei codici Ateco, che nelle precedenti norme hanno penalizzato settori produttivi di filiera apparentemente non danneggiate dalle chiusure e che, al contrario, hanno subito cali altrettanto consistenti dei fatturati. Col dl Sostegno verrà rilevato invece il semplice possesso della partita IVA: in questo modo la platea sarà allargata, e comprenderà gli autonomi e i professionisti esclusi dai contributi a fondo perduto dei mesi precedenti.
Saranno previsti anche indennizzi ad hoc per il settore del turismo invernale e sciistico.

Perdita di fatturato attestata con autocertificazione

La perdita di fatturato e il possesso di requisiti potrà essere attestato con un’autocertificazione da inviare all’Agenzia delle Entrate.
Il tetto degli aiuti dovrebbe essere confermato a 150 mila euro come somma massima, e i contributi a fondo perduto sarebbe limitati alle aziende con un fatturato non superiore a 5 milioni di euro.

Le altre novità contenute nel dl Sostegno

Nel provvedimento troverà spazio la regolamentazione della ripresa delle notifiche da parte di Agenzia delle entrate e Agenzia delle entrate Riscossione. Inoltre il decreto Sostegno conterrà anche nuovi bonus una tantum per determinate categorie di lavoratori (spettacolo, turismo, stagionali).
Fra le misure per il lavoro, verranno rinnovato i congedi parentali Covid che avranno effetto retroattivo, così come i bonus baby sitter per i genitori coi figli in dad obbligatoria.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dl Sostegno: nuovi contributi a fondo perduto con autocertificazione