Dl fisco: sconto ritardatari Imu-Tasi, tampon tax tagliata

Cominciano a prendere forma le modifiche al decreto fiscale. Tampon tax tagliata e sconti per ritardatari Imu-Tasi: le novità all'orizzonte

Il Decreto fiscale cambia faccia. Secondo quanto si apprende da fonti di maggioranza, sarebbe stata trovata l’intesa sulla cosiddetta tampon tax, ossia la norma che riduce dal 22% al 5% l’Iva, ma solo sui prodotti “bio”. Il Governo avrebbe anche raggiunto l’accordo per lo sconto sulle sanzioni per i ritardatari di Imu e Tasi.

L’approdo del provvedimento in Parlamento è in programma per lunedì 2 dicembre. Dopo l’avvio della discussione generale il Governo ha l’obiettivo di chiedere all’aula di Montecitorio il voto di fiducia per le ore 11 di martedì 3.

Imu e Tasi, sanzioni più basse per i ritardatari

Non troverebbe ostacoli un emendamento della Lega, approvato in commissione finanze alla Camera al Dl fiscale collegato alla manovra, sulla riduzione delle sanzioni di Imu e Tasi per chi paga in ritardo.
L’obiettivo sarebbe quello di allentare i vincoli di spesa degli enti locali con il ravvedimento operoso (cioè la possibilità di pagare in ritardo ma con sanzioni ridotte) anche per i tributi locali, a partire da Imu e Tasi. Le sanzioni saranno super scontate. In pratica, il ravvedimento degli omessi versamenti dei tributi locali sarebbe permesso anche oltre la data di presentazione della dichiarazione relativa all’anno in cui viene commessa la violazione, senza che ci sia una scadenza predeterminata. Viene confermata, come impedimento al ravvedimento operoso, l’avvenuta notifica al contribuente del provvedimento impositivo finale.

Giù Iva su assorbenti bio

Appare certa la riformulazione dell’emendamento del Movimento 5 stelle, che al momento chiede di portare al 5% l’Iva sui prodotti “compostabili” per l’igiene femminile ma anche per anziani, neonati e disabili. L’intervento in vista dell’anno prossimo sarà però limitato solo ai prodotti femminili.

“All’interno del decreto fiscale sarà inserita una norma che prevede l’Iva agevolata al 5% per gli assorbenti compostabili – ha detto il viceministro all’Economia Laura Castelli -. Si tratta di un grande risultato, cui abbiamo lavorato intensamente con il Parlamento in questi anni. Un segnale di civiltà, con una visione green. Sono molto contenta”.

“Tagliata la #tampontax. L’IVA su tamponi e assorbenti compostabili e biodegradabili passa dal 22 al 5%. Un primo segnale di attenzione per milioni di ragazze e donne nel decreto fiscale su cui abbiamo lavorato con le deputate di maggioranza di Intergruppodonne”, ha scritto su Twitter il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dl fisco: sconto ritardatari Imu-Tasi, tampon tax tagliata