Dl Fiscale, via libera del Senato: tutte le misure

Il decreto fiscale collegato alla manovra supera il primo passaggio parlamentare con importanti novità

Rottamazione ter spalmata in 18 rate; bonus bebè prorogato di un anno; liti pendenti più convenienti; tassa sul money transfer; mezzo miliardo per le zone colpite dal maltempo nel 2018. Il decreto fiscale collegato alla manovra supera il primo passaggio parlamentare con importanti novità, che non riguardano solo le norme aggiunge ma anche quelle cancellate. E’ il caso del condono tombale, contenuto nel provvedimento entrato al Senato ed eliminato nel corso dell’esame a palazzo Madama.

Altre misure, invece, sono durate il tempo del passaggio dalla commissione Finanze all’aula. Annunciate, poi presentate con emendamenti e infine ritirate sono le norme che avrebbero esteso le sanatorie ai tributi locali, quelle anti spread per le banche di credito cooperativo e sulle concessionarie autostradali ‘scadute’, che avrebbero dovuto continuare ad occuparsi della manutenzione stradale fino al rinnovo dei contratti.

Il decreto legge passa ora alla Camera, per la seconda lettura; troverà ad attenderlo l’altra parte della manovra (il disegno di legge di bilancio). I lavori della commissione Bilancio di Montecitorio, che sta esaminando il ddl, sono proceduti a rilento proprio nell’attesa del dl fiscale che arriva ‘lievitato’ di diversi articoli.

ROTTAMAZIONE TER: Chi aderisce alla rottamazione ter potrà saldare il suo debito con il fisco dividendo l’importo dovuto in 18 rate, da spalmare su 5 anni. Le somme potranno essere versate in quattro rete annuali, con la prima da versare sempre entro il 31 luglio 2019, la seconda entro il 30 novembre (ciscuna pari al 10% dell’importo dovuto), la terza entro il 29 febbraio e la quarta entro il 31 maggio. Cinque giorni di ‘tolleranza’ per pagare le rate della rottamazione ter.

BONUS BEBE’: Arriva il bonus bebè, per un anno, pari a 960 euro che salgono fino a 1.152 euro dal secondo figlio. L’assegno di 80 euro al mese ”è riconosciuto per ogni figlio nato o adottato dal primo gennaio 2019 al 31 dicembre 2019”. Dal secondo figlio in poi ”l’importo è aumentato del 20%”, che tradotto in soldi ammonta a 1.152 euro. Il costo dell’operazione è stimato in 440 milioni.

MONEY TRANSFER: Viene introdotta una ritenuta dell’1,5% sui money transfer, i trasferimenti in denaro che dall’Italia vanno fuori dall’Unione europea. L’imposta, che si applica sulle transazioni effettuate verso paesi non appartenenti all’Unione europea, non potrà essere inferiore a 10 euro.

MALTEMPO: Mezzo miliardo di euro per costruire case, sistemare strade e piantare alberi, nelle zone che quest’anno sono state colpite dal maltempo. E’ istituito un fondo con una dotazione iniziale di 474,6 milioni di euro per l’anno 2019 e 50 milioni per l’anno 2020”, per un totale di 524,6 milioni di euro nel biennio.

LITI PENDENTI: Aumentano gli sconti per chi è in lite con il fisco e vuole chiudere la partita. lo sconto per chi ha vinto in primo grado passa dal 50% al 60% della somma dovuta (basterà quindi pagare il 40%, senza interessi e sanzioni).

DICHIARAZIONI REDDITI: I contribuenti che hanno sbagliato a compilare la dichiarazione dei redditi potranno risolvere il problema versando 200 euro per ogni periodo d’imposta dal 2013 al 2017.

INTERPELLO: Scende la soglia di accesso all’interpello, da 30 milioni a 20 milioni, consentendo così di all’allargare la platea si soggetti che può presentare l’istanza all’amministrazione finanziaria per avere una valutazione preventiva.

DURC: Chi aderisce alla rottamazione potrà ricevere il Documento unico di regolarità contributiva.

ASSEGNI: E’ prevista una multa del 10% per gli assegni senza clausola di trasferibilità.

STOP E-FATTURA: La fatturazione elettronica partirà dal primo gennaio del prossimo anno, ma non per medici e farmacie. Sono esentati dall’obbligo di utilizzare il nuovo strumento, per il periodo d’imposta 2019, ”i soggetti tenuti all’invio dei dati al Sistema tessera sanitaria”. A questi si aggiungono le associazioni sportive dilettantistiche che non superano i 65.000 euro di entrate nell’anno.

CAMPIONE D’ITALIA: Arriva il commissario straordinario, per la gestione della casa da gioco del comune Campione d’Italia. Il commissario straordinario, che dovrà essere nominato entro 30 giorni dalla data di conversione del decreto legge, avrà l’incarico di ”valutare la sussistenza delle condizioni per l’individuazione di un nuovo soggetto giuridico per la gestione” del casinò.

E-SIGARETTE: Le imposte sulle sigarette elettroniche passano dal 50% al 5%.

LOTTERIA FILANTROPICA: Al fine di finanziare progetti filantropici gli enti del terzo settore possono effettuare lotterie finalizzate a sollecitare donazioni di importo non inferiore a euro 500.

In collaborazione con Adnkronos

Dl Fiscale, via libera del Senato: tutte le misure