Detrazioni interessi passivi dei mutui: che succede con le abitazioni all’estero

Si può godere delle detrazioni sugli interessi passivi dei mutui per abitazioni all'estero? La risposta dell'Agenzia delle Entrate

Gli interessi passivi sul mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale sono tra i documenti che è possibile allegare alla dichiarazione dei redditi.

L’acquisto di una prima casa con mutuo, infatti, dà diritto a detrarre dal 730 o dall’Unico gli interessi passivi versati alla banca per l’acquisto di un immobile destinato a ospitare la residenza dell’intestatario del mutuo o di un suo familiare. La detrazione è applicabile nella misura del 19% degli interessi versati nel corso dell’anno fiscale, fino a un massimo di 4.000 euro. Ciò vuol dire che la detrazione massima che si può ottenere è di 760 euro.

Quanto descritto sinora, però, è valido nel caso in cui si acquisti un’abitazione in Italia. Cosa cambia se, ad esempio, decidiamo di acquistare una casa in Francia, Spagna, Austria o Germania e pagarla tramite un mutuo ipotecario? Insomma, è possibile ottenere la detrazione degli interessi passivi del mutuo anche nel caso in cui decidessimo di comprare casa all’estero? La risposta arriva direttamente dall’Agenzia delle Entrate che, con l’interpello 218 del 2019, affronta la questione di un frontaliero al contrario.

L’interpellante, chiamato “ALFA”, vive in Austria (con moglie e figlio di un anno) da oltre 20 anni, ma continua a lavorare in Italia, nella provincia di Bolzano. Qui il “frontaliero al contrario” svolge un lavoro nella Pubblica Amministrazione e, come tale, deve effettuare la dichiarazione dei redditi in Italia e non nel Paese di residenza (ossia, l’Austria). Il lavoratore, non potendo presentare dichiarazione per redditi da lavoro nel suo Paese, ritiene di poter ottenere la detrazione dal 730 italiano anche se la sua abitazione (e residenza) è in Austria.

Secondo l’Agenzia delle Entrate, invece, non è affatto così. Anche se l’articolo 24 del TUIR (Testo Unico delle Imposte sui Redditi) prevede che chi acquisisce un immobile come propria abitazione principale possa godere delle detrazioni anche nel caso in cui non sia residente, il comma 3 dello stesso articolo specifica che le detrazioni si applicano solo per immobili situati all’interno del territorio nazionale italiano. Insomma, il transfrontaliero al contrario, pur pagando le tasse in Italia mentre risiede in Austria, non può godere delle detrazioni sugli interessi passivi del mutuo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Detrazioni interessi passivi dei mutui: che succede con le abitazioni ...