Da pagamento Canone, Rai primo gruppo televisivo in Italia con 2,9 miliardi

E secondo in Europa subito dietro a France Télévisions

(Teleborsa) – Con l’obbligo del pagamento del canone Rai in bolletta elettrica, che secondo le stime dovrebbe ridurre a non più del 5% il tasso di evasione, la tv pubblica potrebbe raggiungere un fatturato di 2,9 miliardi di euro, diventando il primo gruppo televisivo per ricavi in Italia e, a livello europeo, subito dietro a France Télévisions. Secondo un sondaggio della BBC, nel 2014 l’Italia con il 30,53% di contribuenti che evadono il canone RAI è al secondo posto dopo la Polonia, che l’anno precedente era in cima alla classifica con il 65%. I dati Mediobanca sottolineano la differenza fra il 30,5% di evasione italiana nel 2014 e il 5% del Regno Unito, o l’1% in Francia e Germania, dove in pratica l’evasione è assente.

Il Canone RAI è, fra gli abbonamenti alla tv di stato che si pagano in gran parte dei paesi europei, fra i più economici: non in coda alla classifica, ma comunque sotto la media europea, che è pari a 127,6 euro. In alcuni Paesi il canone è stato abolito, come ad esempio nei Paesi Bassi, Spagna, Polonia, Russia e Turchia. Altri invece prevedono che a fronte del pagamento del canone la tv pubblica non trasmetta o limiti fortemente la pubblicità, come nel caso di Francia, Danimarca, Svezia, Norvegia, Finlandia. Negli altri paesi, si paga l’abbonamento tv, spesso più caro che in Italia: il conto più salato arriva in Norvegia, Danimarca, Svizzera (in tutti i casi, siamo sopra i 300 euro annui, contro i 100 italiani). Sopra i 200 euro, Germania e Svezia, mentre sopra i 100 euro italiani ci sono anche Gran Bretagna, Irlanda, Slovenia, Finlandia, Francia, Croazia. Canone più economico, infine, in Grecia, Portogallo, Romania, Slovacchia. L’Italia non è l’unico paese ad aver scelto di far pagare il canone attraverso la bolletta della luce: avviene anche in Grecia e Portogallo.

Da pagamento Canone, Rai primo gruppo televisivo in Italia con 2,9&nbs...