Come modificare il 730 precompilato. Passo per passo

Il contribuente può modificare sia le sezioni di tipo informativo sia quelle specifiche in materia fiscale

a cura di 
Fisco 7

A partire dallo scorso 1° maggio, i contribuenti possono  accettare la dichiarazione dei redditi 2014, così come è stata elaborata e messa a disposizione dalle Entrate, oppure apportare delle modifiche.

Il contribuente può modificare sia le sezioni di tipo informativo generale sia quelle specifiche in materia reddituale e fiscale.

Ci sono “modifiche” che non comportano controlli approfonditi da parte dell’Amministrazione finanziaria, quali, ad esempio:
• la modifica dell’indirizzo di residenza del contribuente;
• l’indicazione o la modifica del codice fiscale del coniuge non fiscalmente a carico;
• la destinazione dell’8, del 5 e del 2 per mille;
• il pagamento a rate del debito risultante dalla dichiarazione;
• la richiesta di utilizzare in compensazione il credito risultante dal 730 in F24.
(Continua sotto)

Ci sono, però, modifiche, effettuate dal contribuente, che dovranno essere “ricontrollate” dall’Erario, in quanto comportano la variazione dell’imponibile, dell’ammontare delle detrazioni o deduzioni e dei redditi maturati. (Continua sotto)

Vedi anche:
Speciale 730/2015: spese sanitarie detraibili, 10 casi risolti
Speciale 730/2015: come si effettua la scelta del 5 per mille. Novità
C’è una falla nel 730 precompilato, il Fisco ammette l’errore. Ecco cosa fare
Ecco le detrazioni fiscali per chi ha animali in casa

È bene ricordare che, per apportare eventuali integrazioni quali l’acquisto di case o terreni non inclusi nel documento, oppure per dichiarare un eventuale reddito da lavoro autonomo, il contribuente dovrà ricorrere al comando “Modifica 730”.

Infine, è bene precisare che il contribuente che decide di  modificare personalmente il modello 730 dovrà necessariamente accedere al portale delle Entrate tramite le credenziali con cui ha effettuato il download del modello 730.

Al contrario, se il modello 730 viene compilato attraverso un Caf o un professionista, i controlli dell’Agenzia delle Entrate saranno svolti sull’ufficio che ha elaborato e modificato la dichiarazione. 

Massimo D’Amico – Centro Studi CGN

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come modificare il 730 precompilato. Passo per passo