Canone TV senza bolletta: aggiornamento sui pagamenti

I contribuenti che pagano il canone RAI "fuori bolletta" sono attesi da una scadenza a breve

Nuove notizie per i contribuenti che non pagano il canone TV nella bolletta elettrica. Nonostante l’obbligo introdotto nel 2016 dall’allora Governo Renzi, infatti, una (minuscola) fetta di contribuenti può ancora pagare il canone RAI con modulo F24. Si tratta di quei contribuenti che non hanno un contratto domestico per la fornitura di energia elettrica – come le aziende e i professionisti, ad esempio – o che utilizzano energia elettrica fornita da una rete non interconnessa con quelle nazionali.

Questi contribuenti, dicevamo, hanno la possibilità di pagare il canone RAI “fuori bolletta”, scegliendo tra il pagamento in una soluzione unica o rateizzando l’importo in quattro tranche di egual valore.

La possibilità di pagare il canone TV anche con sistemi differenti rispetto alla bolletta telefonica riguarda tutti quei casi nei quali nessun componente della famiglia anagrafica sia titolare di un contratto di fornitura di energia elettrica. Si pensi, ad esempio, a chi risiede in una casa in affitto con bolletta elettrica intestata al proprietario dell’immobile e TV presente nell’immobile, anche se di proprietà del locatore. In casi come questi, il contribuente è tenuto a dichiarare la detenzione dell’apparecchio e, di conseguenza, il pagamento del canone RAI fuori bolletta della luce.

Chi avesse scelto la rateizzazione del canone TV, ci ricorda l’Agenzia delle Entrate, ha tempo fino al 31 ottobre per saldare la quarta e ultima rata da 23,93 euro, utilizzando uno dei metodi di pagamento accettati in casi come questi. In particolare, i titolari di partita IVA devono utilizzare il modello di pagamento unificato in modalità telematica; gli altri contribuenti, invece, possono anche optare per il modello F24 cartaceo e pagarlo presso uno degli sportelli abilitati (banche, Poste Italiane e agenti della riscossione, purché non utilizzino crediti in compensazione).

Nella compilazione del modulo F24 dovrà essere inserito il codice tributo TVRI (canone per rinnovo abbonamento Tv a uso privato), mentre se si sta pagando per la prima volta il canone RAI fuori bolletta il codice tributo da utilizzare è TVNA (canone per nuovo abbonamento Tv a uso privato). In entrambi i casi, comunque, l’adempimento può essere effettuato utilizzando i servizi “F24 web” e “F24 online” dell’Agenzia delle entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel oppure ricorrendo all’home banking della propria banca.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Canone TV senza bolletta: aggiornamento sui pagamenti