Canone Rai speciale, rinviata la scadenza del pagamento

Il posticipo del pagamento si riferisce alla seconda rata con cadenza trimestrale: la scadenza del 30 aprile viene rinviata al 30 giugno 2020

Tra i tanti differimenti fiscali contenuti nel decreto Cura Italia, è presente anche la proroga del canone Rai speciale. In particolare, il posticipo del pagamento si riferisce alla seconda rata con cadenza trimestrale: la scadenza del 30 aprile viene rinviata al 30 giugno 2020.

Cos’è il canone Rai speciale

Il canone Rai speciale, nello specifico, si riferisce al tributo a carico degli esercizi commerciali aperti al pubblico a fini di lucro, come ad esempio bar, teatri, cinema, alberghi e così via. È diverso dal canone Rai ordinario, ovvero l’imposta che viene pagata per uso familiare per il possesso di uno o più apparecchi tv.
Il canone speciale ha validità limitata all’indirizzo per cui è stipulato, indicato nel libretto di iscrizione; pertanto, chi detiene più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive in sedi diverse dovrà stipulare un canone per ciascuna di esse (è il caso, ad esempio, delle catene alberghiere, o delle filiali di banca).

Canone Rai speciale, gli importi

Gli importi del canone Rai speciale variano a seconda del tipo di struttura che detiene gli apparecchi radio televisivi. Si va dai 203,70 euro annui per le strutture ricettive con un numero di televisori non superiore ad uno come: ristoranti, bar, circoli, associazioni, sedi di partiti politici, istituti religiosi, studi professionali, ecc., fino a 6.789,40 euro annui per alberghi con 5 stelle e 5 stelle lusso con un numero di camere pari a o superiore a cento.

Gli importi da pagare per l’uso degli apparecchi televisivi nei cinema, teatri e negli altri locali a questi assimilabili variano invece al variare della categoria. Per le sale cinematografiche di 4ª e 5ª categoria, con i teatri tenda, gli importi dovuti partono da un canone di 243,51 euro più una percentuale dell’incasso in caso di utilizzo di schermo gigante per la trasmissione o se la trasmissione stessa è l’unica componente dello spettacolo.
I cinema, teatri o discoteche di tutte le altre categorie devono corrispondere invece un canone di 315,97 euro, più una percentuale in relazione alla loro capienza; in questo caso l’importo della maggiorazione legata al numero dei posti nella struttura varia a seconda della categoria dell’impianto.

Canone Rai speciale, quando deve essere pagato

Il canone speciale deve essere pagato annualmente, semestralmente o trimestralmente nei termini di legge (31 gennaio per il pagamento annuale; 31 gennaio e 31 luglio per i pagamenti semestrali; 31 gennaio, 30 aprile, 31 luglio e 31 ottobre per le rate trimestrali) e, in mancanza di regolare disdetta, è tacitamente rinnovato.

Secondo quanto disposto dall’art.62 del D.L. 17 marzo 2020, n.18, Decreto Cura Italia, il termine per il pagamento della seconda rata trimestrale del canone di abbonamento speciale è prorogato dal 30 aprile al 30 giugno 2020.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Canone Rai speciale, rinviata la scadenza del pagamento