Bonus del 50% per chi cambia il registratore di cassa

L’agenzia delle Entrate ha previsto un contributo pari al 50% (fino a un massimo di 250 euro) per chi acquista un apparecchio di ultima generazione, necessario per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri

Novità in arrivo per i possessori di esercizi commerciali con sconti fiscali per quanti fra loro decideranno di adeguare il registratore di cassa alle nuove norme. L’agenzia delle Entrate ha infatti previsto un contributo pari al 50% (fino a un massimo di 250 euro ) per chi acquista un nuovo apparecchio di ultima generazione, necessario per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri.

L’agevolazione verrà concessa sotto forma di credito d’imposta utilizzabile in compensazione tramite il modello F24, a partire dalla prima liquidazione periodica dell’Iva successiva al mese in cui è stata registrata la fattura di acquisto ed è stato pagato, con modalità tracciabile, il corrispettivo. E’ previsto un bonus anche per chi non cambia il registratore di cassa ma semplicemente adegua il vecchio alle nuove norme, ma in questo caso l’agevolazione scende a 50 euro.

La normativa
A partire dal 1° gennaio 2020, chi effettua commercio al dettaglio sarà tenuto a memorizzare e trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate i dati dei corrispettivi giornalieri. La data è anticipata al 1° luglio 2019 per gli esercenti con un volume d’affari che supera i 400mila euro. Il bonus – va ricordato – spetta solo a chi sostiene la spesa per l’acquisto o la modifica del registratore di cassa negli anni 2019 e 2020, e il credito deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi dell’anno d’imposta in cui è stata sostenuta la spesa e nella dichiarazione degli anni d’imposta successivi, fino a quando se ne conclude l’utilizzo.

Bonus del 50% per chi cambia il registratore di cassa