Bonus bebè da 80 euro diventa strutturale. Ma si dimezza dal 2019

Il bonus bebè sarà per sempre ma l’assegno per i nuovi nati sarà più leggero

Il bonus bebè vierne prorogato e diventa strutturale, ma si dimezza a partire dal 2019: il 2018 è quindi l’ultimo anno buono per ricevere l’assegno da 80 euro al mese, dal 2019 diverranno 40. La commissione Bilancio del Senato ha infatti approvato l’emendamento alla manovra che rende strutturale il bonus che varrà però solo per il primo anno di età del bambino o per il primo dopo l’adozione (e non più per tre anni).

IMPORTI – Per il 2018 saranno corrisposti alle famiglie 80 euro al mese, fino a 960 euro nel caso di nati a gennaio, mentre dal 2019 in poi l’assegno sarà di 40 euro al mese, per un massimo di 480 euro l’anno. Resta a 25.000 euro la soglia Isee per accedere.

UN ESEMPIO PRATICO – La famiglia di un bimbo nato a settembre 2018 con ISEE inferiore ai 25.000 euro annui, dopo aver fatto regolare richiesta, potrà ricevere il bonus mensile di 80 euro per 4 mesi (settembre, ottobre, novembre e dicembre 2018) e dal 2019 diventeranno 40 euro al mese fino a settembre dello stesso anno.

Leggi anche:
Bonus figli a carico: in arrivo 150 euro l’uno, fino a 25 anni
Manovra, la lista dei risparmi tra sconti e bonus
Legge di Bilancio in Senato. Dal Bonus 80 euro alle detrazioni, i punti più importanti
Manovra, bonus mezzi pubblici: sconti abbonamenti fino a 250 euro
Bonus Mobili prorogato per tutto il 2018. Come e quando richiederlo
Bonus verde per terrazze e giardini privati, come funziona

Bonus bebè da 80 euro diventa strutturale. Ma si dimezza dal 201...