Arriva la web tax dal 2019: atteso gettito di 114 milioni di euro

Dal primo gennaio 2019 verrà applicata l'imposta del 6% sulle prestazioni di servizi effettuate con mezzi elettronici

Approvato dalla commissione Bilancio del Senato l’emendamento alla legge di Bilancio 2018 sulla web tax, ovvero l’imposta del 6% sulle prestazioni di servizio dei colossi della rete che, dal 2019 potrebbe portare un gettito di 114 milioni di euro.

DA QUANDO – La web tax del 6% da applicare alle prestazioni di servizi effettuate con mezzi elettronici entrerà in vigore dal primo gennaio 2019 e non più, come previsto in un primo momento, dal primo luglio 2018. È quanto prevede la terza versione dell’emendamento di Massimo Mucchetti che introduce appunto l’aliquota del 6%. Lo slittamento riguarda automaticamente anche il gettito (stimato in 100-200 milioni il primo anno), che il Parlamento puntava già ad utilizzare come copertura per alcune novità di spesa da introdurre nella legge di bilancio.

CHI DEVE E NON DEVE PAGARE LA WEB TAX – Lo spettro si allarga potenzialmente a tutti i tipi di attività, dal solo business to business anche al business to consumer, ossia agli acquisti effettuati dagli utenti, anche se spetterà poi al Ministero dell’economia, con apposito decreto da emanare entro il 30 aprile 2018, definire nello specifico le prestazioni di servizi a cui applicare l’imposta. La tassazione esclude dalla sua attuazione le transazioni digitali delle piccole imprese, delle imprese agricole e dei contribuenti che hanno aderito al regime forfettario.

COME FUNZIONERA’ – La web tax fonderà su tre punti. In primis il monitoraggio dell’Agenzia delle Entrate attraverso lo spesometro. Poi, l’accertamento della stabile organizzazione laddove non sia dichiarata: l’amministrazione finanziaria “verificherà” il superamento di una soglia di 1.500 operazioni per un controvalore di 1,5 milioni di euro nell’arco di sei mesi, a quel punto l’Agenzia convocherà il soggetto in contraddittorio per effettuare i riscontri. Infine, l’introduzione dell’imposta al 6% sul valore della singola transazione.

Leggi anche:
Cos’è la web tax: stretta contro Google e Amazon
Manovra: web tax punta a un gettito di un miliardo

Arriva la web tax dal 2019: atteso gettito di 114 milioni di euro