730 precompilato 2018: come scaricare e modificare il modello

Il 16 aprile sarà disponibile il modello 730 precompilato 2018 sul portale Fisconline, ma solo dal 2 maggio si potrà modificare. La guida per accedere, scaricare e modificare

Al suo quarto anno di vita, il 16 aprile 2018 sarà disponibile il modello 730 precompilato 2018. Il 9 aprile l’Agenzia delle Entrate ha comunicato sul suo sito le modalità di accesso al servizio per contribuenti, CAF e sostituti d’imposta e i passaggi da effettuare per scaricare e modificare il modello.

La dichiarazione sarà disponibile dal 16 aprile 2018 sul portale Fisconline, nell’area riservata. Il contribuente che vorrà accedere, dovrà inserire il PIN necessario per entrare nei servizi INPS e seguire le indicazioni fornite dal sito.

Se sarà il contribuente (e non CAF o delegati) ad entrare direttamente nel portale dell’Agenzia delle Entrate, potrà visualizzare e stampare il proprio modello, accettare o modificare i dati contenuti, pagare le somme eventualmente dovute, effettuare l’addebito quindi sul proprio conto. Dovrà poi indicare l’IBAN su cui accreditare il rimborso, nel caso fosse necessario. L’Agenzia delle Entrate poi invierà comunicazioni all’indirizzo e-mail certificato (PEC) indicato.

Per accedere all’area dell’Agenzia delle Entrate dedicata al contribuente, I CAF e i sostituti d’imposta avranno invece bisogno di delega e documento di identità del contribuente.

Dal 16 aprile 2018 sarà possibile accedere al modello, ma la modifica del 730 precompilato sarà possibile soltanto dal 2 maggio 2018. Per modificare sarà necessario accedere al portale Fisconline e quindi alla propria area riservata. Nella sezione “la mia scrivania” si vedrà comparire la sezione “la tua dichiarazione 730-unico”. Sarà quindi possibile inserire i dati mancanti e modificare quelli non corretti. Il contribuente potrà utilizzare due diverse modalità: potrà inserire manualmente i dati giusti o richiedere una modalità assistita. In questo caso potrà aggiornare la lista dei documenti che certificano le spese detraibili integrandoli o modificandoli.

Novità di quest’anno è la possibilità di scaricare le spese effettuate per l’acquisto di alimenti medici speciali. In aumento anche le detrazioni per le spese universitarie: nelle spese scolastiche saranno inserite anche le spese effettuate per gli asili nido, i contributi versati alle ONLUS, alle associazioni di promozione sociale, alle quelle per la valorizzazione dei beni artistici, storici e culturali e alle fondazioni per la ricerca scientifica.

Quest’anno sono in aumento anche le detrazioni per le spese effettuate per fare interventi di ristrutturazione e di riqualificazione energetica degli edifici.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

730 precompilato 2018: come scaricare e modificare il modello