Zona Euro, panel di esperti taglia le stime sull’inflazione

(Teleborsa) – L’inflazione anemica non abbandonerà tanto presto la Zona Euro.

Almeno secondo il panel di professionisti intervisti dalla Banca Centrale Europea. Nella consueta Survey of Professional Forecasters gli esperti hanno infatti rivisto al ribasso l’outlook sui prezzi del 2016 dal +1% al +0,7% e dell’anno successivo dall’1,5% al +1,4%.

I prezzi sono attesi in crescita dell’1,6% nel 2018 mentre le aspettative sul lungo periodo (2020) sono state tagliate leggermente al +1,8% dal +1,9% stimato in precedenza.

Confermate le stime sul PIL (+1,7% e +1,8% rispettivamente quest’anno e il prossimo), migliorate quelle sulla disoccupazione. Il tasso è atteso ora al +10,3% nel 2015 (10,5% le precedenti stime), al 9,9% nel 2017 (dal 10,1%) e al 9% nel lungo termien (dal +9,2%).

La BCE pubblicherà le proprie proiezioni a marzo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Zona Euro, panel di esperti taglia le stime sull’inflazione