Yellen, tassa minima globale: sì di Germania e Commissione UE

(Teleborsa) – Incassa consensi la proposta del segretario al tesoro americano Janet Yellen di una tassazione minima globale per le grandi società, sul tavolo digitale dei ministri delle finanze e dei Governatori delle banche centrali del 7 aprile “Stiamo lavorando con i paesi del G20 per un accordo su una tassa minima globale che possa fermare la corsa al ribasso”.

Immediata l’apertura della Germania con il Ministro delle finanze tedesco, Olaf Scholz, che definisce la proposta “un grande passo avanti”, aggiungendo che l’accordo tra oltre 140 Paesi potrebbe anche essere raggiunto entro quest’estate.

“Qualsiasi accordo deve includere nuove regole su come tassare le attività transfrontaliere da parte dei giganti della tecnologia digitale” – ha precisato Scholz dicendosi “fiducioso che con questa iniziativa sulla tassazione, riusciremo a porre fine alla corsa mondiale al ribasso in materia di tassazione”.

Semaforo verde anche dalla Commissioni europea che tramite uno dei portavoce, durante il Midday Briefing, rileva come la proposta statunitense dia un nuovo slancio per un accordo all’unanimità raggiungibile entro l’estate. Sottolineando che “la giusta tassazione dell’economia digitale è una delle principali priorità della Commissione europea, riaffermiamo la nostra determinazione ad agire a livello europeo se non raggiungeremo un accordo in sede OCSE”.

Il Fondo monetario internazionale “è molto favorevole”, da tempo, all’imposizione di una tassa globale minima sulle aziende, ma la questione deve essere approfondita, ha detto ieri Gita Gopinath, capo economista del Fondo monetario internazionale, durante la conferenza stampa che segue la pubblicazione del World Economic Outlook.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Yellen, tassa minima globale: sì di Germania e Commissione UE