Yellen da Jackson Hole difende le riforme: “Hanno reso la finanza più sicura”

(Teleborsa) – “Sostanziali progressi” sono stati compiuti nel centrare il doppio mandato della Fed della massima occupazione e della stabilità dei prezzi. Così il presidente della banca centrale statunitense, Janet Yellen, intervenendo al tanto atteso simposio di Jackson Hole, in Wyoming, spiega che le riforme decise hanno reso sostanzialmente “più sicuro il sistema finanziario americano”.

Certo, “rimangono rischi fin troppo familiari” – avverte la Chairwoman che glissa decisamente la politica monetaria, focalizzando di fatto la storia sulla crisi e sull’operato delle autorità di regolamentazione. 

Le riforme decise dopo la crisi finanziaria ”hanno aumentato la resistenza del sistema finanziario. Le banche sono più sicure” – afferma Yellen – difendendo la riforma di Wall Street e le altre misure decise dopo la crisi del 2008. “La capacità delle grandi banche di assorbire le perdite è maggiore. Gli stress test annuali hanno portato a un miglioramento delle posizioni di capitale e dei processi di gestione del rischio. Il sistema finanziario è più resistente e meglio preparato ad assorbire, invece che amplificare, choc avversi. Ma resta del lavoro da fare”. 

“Non possiamo essere sicuri che non ci saranno nuove crisi” ma se “ci ricordiamo i danni che l’ultima ha creato e agiamo di conseguenza, possiamo sperare che il sistema finanziario e l’economia sperimenteranno meno crisi e recupereranno più velocemente risparmiando le famiglie e le aziende dalle difficoltà del 2008”, aggiunge il capo della banca centrale. 

Yellen da Jackson Hole difende le riforme: “Hanno reso la finanza più sicura”
Yellen da Jackson Hole difende le riforme: “Hanno reso la finanz...