Yahoo!, IBM e Netflix alla prova dei conti

(Teleborsa) – Giornata ricca di trimestrali americane, relative al secondo trimestre del 2016.

Yahoo! ha ampliato la sua perdita trimestrale arrivando a 439,9 milioni di dollari, o 49 centesimi per azione, contro il rosso di 21,55 milioni, o 2 centesimi per azione, dello stesso periodo dello scorso anno. Al netto di voci straordinarie, l’eps è stato di 9 centesimi contro i 10 attesi dagli analisti. 
L’amministratore delegato Marissa Mayer ha spiegato in conference call che il gruppo Internet sta “facendo grandi progressi” nell’analizzare le alternative strategiche e che si trova nel “pieno del processo di valutazione delle proposte”.

IBM, invece, ha chiuso il secondo trimestre dell’anno con un utile di 2,5 miliardi di dollari, o 2,61 dollari ad azione, contro i 3,45 miliardi di dollari, o 3,50 dollari ad azione. Al netto di voci straordinarie il colosso tech ha registrato un eps di 2,95 dollari ad azione, 6 cent sopra le attese. Giù i ricavi, del 2,8% a 20,4 miliardi di dollari (20,3 miliardi di dollari il consensus). 

Netflix delude sul fronte abbonati: 1,7 milioni di iscritti contro i 2,5 attesi. Il colosso dei video in streaming ha registrato un utile per azione di 9 centesimi, contro i 6 centesimi dello stesso periodo del 2015 (7 centesimi il consensus). Crescono i ricavi a 2,11 miliardi di dollari, contro gli 1,65 miliardi dello stesso periodo dell’anno precedente. Gli analisti si attendevano 2,11 miliardi di dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Yahoo!, IBM e Netflix alla prova dei conti