World Bank: dimissioni anticipate per Jim Yong Kim

(Teleborsa) – Dimissioni inaspettate per Jim Yong Kim che ha annunciato il suo congedo per fine mese. Il Presidente della Banca Mondiale, il cui mandato avrebbe avuto scadenza naturale nel 2022, non ha ancora reso note le motivazioni di questa sua repentina decisione ma ha puntualizzato che, una volta liberato dalla carica, tornerà nel settore privato e, precisamente, negli investimenti per le infrastrutture nei paesi in via di sviluppo.

Cinquantanove anni, nato a Seul, naturalizzato americano, in carica dal luglio 2012 e confermato alla guida dell’istituzione nel 2016, il primo di febbraio lascerà il timone di una delle due grandi istituzioni multilaterali con sede a Washington, insieme al Fondo Monetario internazionale, all’economista bulgara Kristalina Georgieva, che ne diventerà Ceo ad interim.

“E’ stato un onore servire come Presidente di questa istituzione, la cui missione è mettere fine all’estrema povertà. Il lavoro della Banca Mondiale è più importante ora che mai”, conclude Kim nella nota che ha reso ufficiale la decisione.

(Foto: ANSA)

World Bank: dimissioni anticipate per Jim Yong Kim