Whirlpool, Di Maio assicura: “Stato si farà rispettare”

(Teleborsa) – Tensione altissima oggi, martedì 4 giugno, al Ministero dello Sviluppo nel corso dell’incontro tra Luigi Di Maio, sindacati e rappresentanti di Whirlpool, dopo l’annuncio dell’azienda che nei giorni scorsi ha comunicato l’intenzione di vendere lo stabilimento di Napoli, nonostante un accordo quadro con i sindacati per il trasferimento della produzione di lavatrici in Italia.

Fonti sindacali fanno sapere che l’AD di Whirlpool Italia, Luigi La Murgia, ha spiegato: “Non vogliamo chiudere ma individuare soluzioni per garantire posti di lavoro sostenibili a lungo tempo. Oggi una soluzione non l’abbiamo”.

Dal Ministero riferiscono che Luigi Di Maio ha ricordato che dal 2014 ad oggi il gruppo ha ricevuto 27 milioni di euro di fondi pubblici, assicurando che “lo Stato si farà rispettare” perché “si sono firmati accordi ben precisi e state creando un precedente gravissimo. Dovete rispettare le Istituzioni e i lavoratori. Io sono e sempre sarò al loro fianco. Siamo disposti a impegnarci ancora di più con l’azienda per trovare una soluzione”. Le stesse fonti riferiscono che il Leader pentastellato avrebbe ribadito la linea dura, promettendo battaglia: “Non si prende in giro lo stato italiano. Non con me, non con questo Governo”.

Una posizione che il Ministro dello Sviluppo Economico ha ribadito anche attraverso un post su Facebook: “Io non mollerò MAI! Con il MoVimento 5 Stelle al governo non si prendono in giro né lo Stato né i lavoratori! Grazie alle donne e agli uomini della Whirlpool arrivati al Mise da Napoli.

Whirlpool, Di Maio assicura: “Stato si farà rispettare”